Chiappino: «Non c’era il rigore per la Sampdoria»

Il tecnico del Genoa Primavera spiega a Pianetagenoa1893.net: «Il nostro portiere ha toccato il pallone, ma è andata così e andiamo avanti»

1631
Luca Chiappino (Foto Pianetagenoa1893.net)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Partita brutta, condizionata dalle pessime condizioni del terreno di gioco e da quelle climatiche». Ai microfoni di Pianetagenoa1893.net Luca Chiappino esamina la sconfitta nel derby Primavera disputato a Bogliasco. «E’ stata condotta cercando – prosegue l’allenatore del Genoa – di sfruttare gli episodi. I ragazzi ce l’hanno messa tutta, ma il campo non consentiva il palleggio. Sugli sviluppi di una palla buttata via, è diventata un’azione pericolosa: da questo è scaturito il rigore della Sampdoria. Era una gara dove sarebbe stato più giusto il pareggio». Il tecnico ha dubbi sul penalty: «Abbiamo rivisto le immagini, il nostro portiere ha preso il pallone. Non c’era quindi il rigore: ma è andata così e andiamo avanti».

Le note positive vengono anche da Agudelo, il fantasista della prima squadra: «Ha giocato con lo spirito giusto, la sua prestazione è stata molto positiva. Il campo lo ha penalizzato moltissimo: nonostante ciò, ha dato una gran palla gol, ha cercato di segnare e si è mosso bene».

Chiappino spiega: «Veniamo da tre sconfitte consecutive, ma devo dire che le prestazioni sono state positive: abbiamo creato occasioni da rete. Abbiamo preso nelle ultime gare tre rigori contro: ma parte del gioco, dobbiamo lavorare e soprattutto raccogliere più punti». Mercoledì ci sarà la trasferta a Firenze in Coppa Italia e sabato l’altro impegno esterno di campionato a Empoli: «Farò sicuramente turnover – annuncia – poiché tutti i miei ragazzi sono meritevoli di giocare».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.