Chiappino: «I ragazzi meritavano questa vittoria, ora testa alla Sampdoria»

«Il derby? Per chi vive la città, per chi è nato in questa città, non è una gara come le altre»

678
Chiappino Genoa
Mister Luca Chiappino (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua l’ottimo periodo di forma della formazione allenata da Luca Chiappino che tra le mura del Begato 9 conquista tre punti d’oro battendo per 1-0 la Roma di De Rossi. Al temine della sfida di Primavera 1, i microfoni di Pianetagenoa1893.net hanno raggiunto il tecnico rossoblù:

Chiappino, continua la vostra striscia positiva. Si può dire siate tra le squadre più in forma del campionato.

«Non so se siamo tra le squadre più in forma, ma andiamo avanti gara dopo gara. Oggi abbiamo fatto una buona prestazione, giocando alla pari con la Roma e sapendo che sono la miglior squadra del campionato per qualità e per fisicità. Oggi abbiamo concesso il giusto e creando qualcosa in più rispetto a loro e meritando la vittoria».

Un bel regalo di Pasqua per tutti i tifosi rossoblù.

«Era il giusto premio per i ragazzi dopo tutti i sacrifici che stanno facendo. Ovviamente non è facile giocare, allenarsi e vivere nelle condizioni di bolle continue perchè, volente o nolente, anche se non hai dei positivi, puoi fare solo vita comune. Non puoi frequentare altra gente, non puoi uscire… stanno facendo un grandissimo sacrificio. E oggi sono stati tutti ripagati».

Impossibile non notare il feeling tra Besaggio e Kallon: una coppia d’attacco davvero pericolosa. Se non segna uno, segna l’altro.

«Sfruttiamo il momento. Credo che loro stiano anche sfruttando il sacrificio e il lavoro che i compagni fanno ogni gara. Quello che è piaciuto oggi e che dobbiamo fare ad ogni gara è non accontentarci e dare sempre il massimo. Mancano ancora tante partite e dobbiamo continuare ad avere l’atteggiamento delle ultime gare. Spero che i ragazzi continuino con la compattezza che si è trovata all’interno del gruppo. La determinazione e la voglia di sacrificio. Poi i risultati possono anche non essere dalla tua parte, ma quando hai questa determinazione e questa voglia di superare l’avversario, non si può che essere contenti».

Nella speranza di continuare la striscia positiva, ora testa all’imprevedibile sfida del derby.

«È inutile stare a dire, come succede spesso, che si tratta di una gara come le altre, perchè non è così. Per chi vive la città, per chi è nato in questa città, non è una gara come le altre. Si prepara da sola, perchè le motivazioni non possono arrivare dall’esterno, ma arrivano dall’interno. La Sampdoria, se oggi fa risultato pieno con la Lazio, va prima in classifica con la Roma. Perciò – continua Chiappino – le prossime due partite sono contro la prima o seconda in classifica e contro l’Inter. Tra le due c’è poi l’impegno di Coppa Italia. Abbiamo un trittico di partite davvero duro».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.