Chiappino: «Gara solida, ma dovevamo chiuderla prima»

Il tecnico della Primavera rossoblù: «Abbiamo patito un po' troppo nel finale, regalando qualche occasione»

723
Chiappino Genoa
Mister Luca Chiappino (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Tre punti d’oro per i ragazzi di mister Chiappino, che escono vittoriosi dal terreno di gioco contro i pari età del Lecce con il risultato di 0-1 grazie alla rete di Bamba. Al termine della sfida, i microfoni di Pianetagenoa1893.net hanno raggiunto il tecnico della Primavera rossoblù.

Tre punti d’oro che soprattutto allontanano gli spettri della Coppa Italia. Qual è il suo punto sulla gara?

 

«Niente spettri. In Coppa abbiamo fatto una neanche così brutta partita, che avremmo dovuto vincere anche se così non è stato. Pazienza. Oggi abbiamo fatto una partita solida di attenzione, dove abbiamo subito in qualche circostanza nel corso del secondo tempo. Abbiamo patito un po’ troppo nel finale, regalando qualche occasione. I ragazzi però sono stati bravi, attenti e determinati».

 

Certi spaventi, in particolare nel finale, potevano essere evitati chiudendo la gara molto prima?

 

«Assolutamente sì. Potevano essere evitati anche per certi errori che non potevamo permetterci di evitare: tutti aspetti che diventano esperienze. Questa è una squadra nuova che ha bisogno di fare esperienza e giocare».

 

La sosta nazionali arriva al momento giusto, così da limare le lacune in vista del prossimo impegno con il Torino.

 

«Purtroppo la sosta ci porta via alcuni giocatori, impedendoci di lavorare con alcuni ragazzi. Non trovo mai opportune le soste, i ragazzi hanno bisogno di giocare e mantenere il ritmo di gioco. Ci sono troppe interruzioni e perdono l’equilibrio fisico. Non è una buona cosa per i ragazzi, anche se vuol dire molto se vengono chiamati in nazionale. Non trovo così positiva la sosta».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.