Casarin: «Maresca? Difficile valutare perché abbia accettato il contatto finale da rigore»

L'opinione dell'ex arbitro internazionale

8608
Casarin
Paolo Casarin al corso per giornalisti tenutosi a Vittoria (RG) l'11 dicembre 2018 (© foto Alfonso Magno)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Dopo l’opinione di Luca Marelli anche l’ex arbitro internazionale e attuale opinionista tv Paolo Casarin torna sugli errori arbitrali che hanno subito Genoa e Spezia. Così Casarin sul Corriere della Sera: «Se a un direttore di gara cambi il registro consolidato da anni, devi aspettarti un periodo confuso. Per questo è difficile valutare il pensiero di Maresca, in Genoa-Fiorentina, che accetta l’intervento di Eysseric su Zappacosta, quello di Fabbri che, in Torino-Juventus, non prende in esame tecnologico il contatto tra Belotti e De Ligt e quello di Giua che fischia, invece, in Lazio-Spezia, un rigorino che punisce lo Spezia quasi a fine gara».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.