CALCIOMERCATO: Monza e Lecce, le grandi delusioni. Quali giocatori meritano la A?

I pronostici estivi le davano favorite per la promozione finale, invece sono uscite ai playoff. Le loro rose hanno però giocatori appetibili che possono interessare al Genoa

3512
Morten Hjulmand con la maglia dell'Admira Wacker Mödling (Foto Wikipedia)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Estate 2020, il Monza festeggia il ritorno in Serie B dopo oltre vent’anni, mentre il Lecce saluta la massima serie e torna tra i cadetti dopo aver perso il rush finale contro il Genoa.
Entrambe però hanno in testa il grande obbiettivo: i brianzoli, guidati dalla coppia Berlusconi-Galliani, sognano quella Serie A mai raggiunta nella storia biancorossa. I giallorossi, con la vecchia volpe Corvino dietro la scrivania, ripartono con entusiasmo.
E invece, è il bello del calcio, non è la carta a sancire i vincitori ma il rettangolo verde: la stagione regolare di Serie B promuove direttamente Empoli e Salernitana, i playoff poi bocciano in semifinale le due squadre (per mano di Cittadella e Venezia).
Christian Brocchi ed Eugenio Corini hanno fallito l’obiettivo, e molto probabilmente non resteranno alla guida delle loro squadre. I brianzoli, poi, hanno condotto un calciomercato mostruoso per la categoria con ingaggi spaventosi.
Ma chi sarà disposto a restare ancora in Serie B? C’è un bel parco giocatori da tenere d’occhio, che meriterebbero una chance in A.
MONZA: dopo una lunga trattativa durata 6 mesi, Galliani era riuscito a portare in Brianza il talentuoso brasiliano Carlos Augusto (22 anni), terzino sinistro costato 4 milioni di euro dal Corinthians, strappato alla concorrenza di Bologna e Roma. Il giocatore ha ben impressionato soprattutto superato il primo mese di ambientamento, raccogliendo 30 presenze con 3 gol. Contratto fino al 2024, ma ha grandi ambizioni: resterà ancora in B?
Il centrocampista Davide Frattesi (21 anni) è stato in assoluto il migliore del Monza. L’anno prima aveva brillato nell’Empoli (41 presenze, 5 gol), quest’anno impressionante sotto porta (8 centri) e nella costanza che lo hanno reso un punto fermo anche dell’Under 21. E’ in prestito dal Sassuolo, chissà che i buoni rapporti col Genoa (vedi ultimi affari in passato con Pavoletti, Ariaudo, Goldaniga e Scamacca) non gli aprano le porte rossoblù. Investimento sicuro. Per l’attacco occhio al portoghese Dany Mota (23 anni), attaccante esterno. Rebus Mario Balotelli (poche presenze per infortunio, ma comunque 6 gol) discontinuo anche in B.22
LECCE: Corvino ha pescato bene (come sempre) all’estero. Ecco il centrocampista danese Morten Hjulmand (21 anni) preso a gennaio dall’Admira Wacker, e subito integratosi con 19 presenze. Ed anche il collega di reparto svedese John Gunnar Björkengren (22 anni) che è cresciuto nella seconda fase del torneo collezionando in tutto 25 presenze ed 1 gol.
Lo scorso settembre è arrivato uno dei prospetti di gran talento, viste anche le giocate ed i gol (6 in 19 partite, quasi tutte iniziate e cambiate dalla panchina) realizzati. Si tratta dell’attaccante spagnolo Pablo Rodriguez (19 anni), arrivato in prestito dal settore giovanile del Real Madrid, con grandi referenze che hanno stuzzicato Corvino. I salentini vorrebbero trattenerlo ancora un altro anno, ma il ragazzo ha già attirato molte attenzioni. Vederlo all’opera in Serie A non sarebbe male, magari con maggior minutaggio per far affiorare ancor di più il suo estro.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.