Bresciaoggi: Paracadute da dieci milioni per le Rondinelle

In caso di malaugurata retrocessione il Genoa percepirebbe 25 milioni di euro

1928
Cellino Paracadute
Massimo Cellino (Foto Matthew Lewis/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il quotidiano Bresciaoggi fa il punto della situazione in merito al paracadute, il meccanismo che assicura una lauta quota di denaro alle società che retrocedono in Serie B. É certo che il Brescia, da tempo aritmeticamente in B, percepirà 10 milioni di euro: quattro di questi saranno erogati il 3 agosto, il giorno dopo l’ultima gara di campionato, mentre i restanti sei arriveranno entro quindici giorni dopo la prima partita ufficiale in B.

Ogni anno la Lega di Serie A accantona 60 milioni di euro per le tre retrocedende suddivise in altrettante fasce. La fascia A (valore 10 milioni) è per le squadre con un anno solo di permanenza in Serie A, la fascia B (valore 15 milioni) è per chi ha militato in Serie A per almeno due stagioni nell’ultimo triennio, la fascia C (valore 25 milioni, vi rientrerebbe il Genoa in caso di malaugurata retrocessione) è per chi ha maturato una permanenza in massima categoria per più di tre anni.

I 60 milioni di euro sono interamente erogati se a retrocedere sono tre club di fascia C. La Lega di Serie A può trattenere il disavanzo del paracadute per le stagioni venture se a retrocedere saranno, ad esempio, due club di fascia B e uno di fascia C.

Il paracadute non pone vincoli di spesa.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.