Braglia: «Zangrillo presidente credibile. Ottimista per il progetto americano»

«I genoani torneranno a godere quei fasti che vissi io in campo» spiega l'ex portiere rossoblù

2768
Braglia Genoa Pandev
Simone Braglia (dal profilo Twitter @CBF_Futbol)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Simone Braglia interviene così durante la trasmissione radiofonica Maracanà, in onda su TMW Radio: «Sono ottimista circa il cambio societario, per ciò che la società ha già fatto e anche per un discorso futuribile: i genoani torneranno a godere quei fasti che vissi io da portiere e che gelosamente non vorrei che si superassero (ride, ndr). Il progetto degli americani si intravede, a differenza della gestione Preziosi: il professor Alberto Zangrillo, oltre ad essere un ottimo medico, è anche un grande persona con molta credibilità di fondo per essere il presidente del Genoa».

«Nazionale? Mi fido di Mancini, il ct ha fatto un grande lavoro durante questi anni che non può si può dimenticare dopo lo 0-0 di Belfast. Giocare i preliminari mondiali a marzo sarà impegnativo poiché i calciatori avranno più partite nelle gambe, ma questo è un discorso che vale per qualsiasi Nazionale» chiosa Braglia sul momento della Nazionale.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.