Braglia: «Ripresa serie A? Spero si possa arrivare sino in fondo. Occhio agli infortuni»

L'ex portiere del Genoa: «Spero che si possa giocare, anche se l'assenza di pubblico pesa sullo spettacolo e il prodotto calcio»

164
Braglia
Simone Braglia (Foto Pianetagenoa1893.net)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

L’eroe di Anfield Road, Simone Braglia, ex portiere del Genoa, è intervenuto ai micofoni di TMW Radio, per parlare della ripresa della Serie A al 20 giugno. «Si deve arrivare fino in fondo però. La situazione in alcune regioni è buona, ma comunque sussiste il dubbio su altre, specialmente al Nord, dove giocano diverse squadre. Spero che si possa giocare, anche se l’assenza di pubblico pesa sullo spettacolo e il prodotto calcio».

CONTRATTI E ORARI – «Il problema è che i giocatori che si sono già accordati con altre squadre, vogliono rischiare di giocare con questi rischi, a partire da quello di infortunarsi. Ci sono coperture assicurative per tutelarli?».

FAVORITE – «La Lazio è favorita, quella più in palla rispetto alle altre e la vedo favorita nella corsa allo Scudetto. E poi vedo l’Atalanta favorita per il quarto posto».

RISCHIO INFORTUNI – «Si ripartirà con pochi allenamenti di gruppo. Prepararsi singolarmente e farlo di squadra è completamente diverso. Il clima estivo e la stanchezza potranno incidere molto, quindi occhio agli infortuni».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.