Boom Soumaoro, il Genoa ha un’arma in più

Il debutto fragoroso del difensore franco-maliano apre la concorrenza con Romero

5117
Soumaoro Genoa
Adama Soumaoro (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Genoa ha un’arma in più per la volata salvezza. Si chiama Adama Soumaoro e l’impatto che ha avuto in Serie A è stato fragoroso. Mister Nicola l’ha schierato con successo contro il Cagliari appena dieci giorni dopo il suo arrivo dal Lille, società che l’ha accolto ragazzo e l’ha salutato uomo. Centodiciotto presenze, una sola in Champions League, secondo nella scorsa Ligue 1 dietro al PSG e finalista di Coppa di Francia nel 2016, persa contro i parigini emirati uniti. Soumaoro era la colonna del Lille che piaceva alla Roma, alla Lazio, all’Atalanta e a molti club della Premier League.

Figlio di maliani della banlieue parigina e scoperto nel Boulogne-Billancourt, club vicino alla città natia di Fontenay-aux-Roses, Soumaoro ha ben impressionato la piazza genoana con una prestazione solida al debutto. Timido in avvio ma più a suo agio nella seconda metà di gara, il difensore ha chiuso in crescendo, supportato da una possenza fisica che nel campionato italiano fa spesso la differenza. Potente e dominante nel gioco aereo, padrone delle respinte di testa nella zona che i tecnici chiamano castello, che altro non è che il cuore dell’area di rigore. Una sicurezza anche per le uscite di Perin e per tutto il reparto arretrato.

Romero dovrà ben guardarsi dall’ascesa di Soumaoro che ha voglia di dimostrare d’aver superato del tutto i problemi fisici d’inizio stagione. Deve migliorare nella lettura del gioco e lavorare sulla tenuta della concentrazione che per uno stopper di spessore è una qualità rara. Il boom c’è stato, Soumaoro ha rubato l’occhio della platea esattamente come fece Romero, a Torino, contro la Juventus. Il destino li ha messi in concorrenza per una sola maglia da titolare in un sano duello che porterà benefici alla squadra. Il Genoa ha un’arma in più per la volata salvezza. Si chiama Adama Soumaoro.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.