Beppe Costa: «Occorreranno 35 milioni per il restyling del Ferraris»

Il presidente della società di gestione dello stadio ha spiegato a Telenord: «Se iniziassimo, ipoteticamente, nel mese di giugno significherebbe che tra giugno e settembre 2021 potrebbe essere operativo il nuovo stadio»

1071
Ferraris Marassi stadio Genova Genoa
Stadio Luigi Ferraris
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Dal momento in cui partiranno i lavori serviranno un paio d’anni. Quest’estate saranno effettuati i primi interventi». Beppe Costa, presidente della Luigi Ferraris Srl, durante la trasmissione Regeneration in onda su Telenord ha snocciolato le cifre dell’operazione restyling dello stadio: Genoa e Sampdoria, che possiedono pariteticamente la srl, hanno chiesto al Comune di Genova il prolungamento per 99 anni della concessione. «Se iniziassimo, ipoteticamente, nel mese di giugno – prosegue Costa – significherebbe che tra giugno e settembre 2021 potrebbe essere operativo il nuovo stadio. Avrà anche degli spazi per ospitare i musei delle due squadre che sono in cerca di una nuova sistemazione anche per far vivere lo stadio tutti i giorni».

Secondo il presidente per la ristrutturazione occorreranno «30-35 milioni di euro più o meno, che è la cifra per rifare uno stadio in Italia non ricostruirlo da zero. La struttura attuale ha dei vincoli non da poco, è un’opera d’arte a tutti gli effetti e quindi vanno modificate solo alcuni parti non esteticamente rilevanti ma dal punto di vista funzionale dev’essere cambiato tutto».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.