Baroni: «Come contrastare il Genoa? Il Frosinone deve essere molto aggressivo»

Il tecnico gialloazzurro spiega che la sua squadra «deve rimanere il più possibile lontano dalla propria porta. Ci deve essere una grande attenzione alla gara, alla veemenza, all’impatto fisico».

364
Marco Baroni (Foto sito ufficiale Frosinone 1928)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Il Genoa è una squadra che soprattutto nel suo stadio gioca un gran calcio e noi dovremo essere bravi a contrastarli». Nella conferenza stampa a due giorni dalla trasferta al Ferraris, Marco Baroni descrive che tipo di gara dovrà svolgere contro i rossoblù. Il tecnico del Frosinone sottolinea l’atteggiamento che dovrà tenere la sua squadra: «Il Genoa farà la sua partita tosta e gagliarda ma alla fine passa tutto da noi. Dobbiamo guardare a noi stessi. Io quando vedo l’avversario studio i punti vulnerabili, e il Genoa li ha come li abbiamo anche noi». Ma per Baroni il Frosinone soprattutto «deve rimanere il più possibile lontano dalla propria porta, deve essere aggressiva soprattutto sulle seconde palle, situazione nella quale loro sono molto bravi. Sono tanti gli aspetti sui quali stiamo lavorando. Dobbiamo controbattere sul campo, per noi è una partita fondamentale. Ci deve essere una grande attenzione alla gara, alla veemenza, all’impatto fisico. Dobbiamo mettere queste componenti in campo per fare risultato».

Zampano Simic e Ariaudo sono stati recuperati: come potrebbero giocare i gialloazzurri? «Luca (NDR: Paganini) sta sempre meglio. E’ una soluzione. Voglio vedere le condizioni di Francesco (NDR: Zampano) che si è allenato a parte questa settimana. Aveva un problema ad un alluce che adesso è risolto. Ariaudo e Simic stanno meglio, ancora non hanno svolto completamente le sedute, questa per loro è la prima settimana di lavoro. Ed ora valuterò questi ultimi due allenamenti ma entrambi sono assolutamente disponibili».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.