Ballardini: “Spero di recuperare Taarabt e Rossi la settimana prossima”

Il tecnico del Genoa su Pepito: "Gli dico che è da denuncia perché ci priva della possibilità di vedere un ragazzo che è un tutt'uno con la palla". E aggiunge: "Biraschi è recuperato, ancora out Veloso"

63
Davide Ballardini (foto Paolo Rattini/Getty Images)
Subito dopo l’evento “Il Genoa all’opera” Davide Ballardini ha risposto alle domande nella conferenza stampa per la partita di dopodomani alle 12.30. “Il Cagliari è una squadra ben organizzata, mi aspetto una partita difficilissima e dovremo essere al meglio o le difficoltà che troveremo saranno di certo superiori. Biraschi è recuperato, ancora out Veloso mentre Rossi quasi certamente non sarà disponibile. Sarà importante fare una partita di attenzione e grandissima intensità perché il Genoa ha dimostrato di creare pericoli quando fa della fame la sua virtù”.
Il mister ha poi proseguito rispondendo a un parallelismo con un direttore d’orchestra: “La mia gestualità? Non mi muovo tantissimo, può succedere ogni tanto che richiami un giocatore o che lo inciti per complimentarmi. Dipende dalle situazioni”. Ballardini come si descrive: “Sono una persona semplice che ama quello che fa, per bene e giustamente curiosa. Mi sento un privilegiato per quello che faccio”.
Davide Ballardini durante la conferenza stampa al Teatro Carlo Felice di Genova (Foto Pianetagenoa1893.net)
Davide Ballardini durante la conferenza stampa al Teatro Carlo Felice di Genova (Foto Pianetagenoa1893.net)
Sulla possibilità di un calo di motivazioni a salvezza quasi raggiunta: “Senza le giuste motivazioni facciamo fatica. Se non abbiamo quegli ingredienti siamo una squadra un po’ fragile magari carini da vedere, ma gli altri più solidi. Con la fatica nella testa aumentiamo la nostra competitività”. Su Taarabt: “Ha un dolore alla schiena che lo condiziona nella corsa. Speriamo di rivederlo la prossima settimana”.
Il sinistro di Rossi (foto di Genoa CFC Tanopress)
Il sinistro di Rossi (foto di Genoa CFC Tanopress)
Riguardo a Rossi: “Gli dico che è da denuncia perché ci priva della possibilità di vedere un ragazzo che è un tutt’uno con la palla. La speranza è quello di rivederlo con la squadra la prossima settimana”. Sul fattore Ferraris: “È importante giocare davanti a chi ti vuole bene e ti sostiene. Tutto ciò aiuta a dare qualcosa in più. È breve la strada per fare qualcosa in più in queste quelle condizioni”. In conclusione una battuta sulla bacchetta ricevuta in regalo e l’amicizia con Muti: “Ora che ho la bacchetta? Muti lo mandiamo in pensione”.
Ballardini durante la presentazione di
Ballardini durante la presentazione di “Il Genoa all’Opera” (Foto Pianetagenoa1893.net)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.