Ballardini: «Preoccupato? Quello mai. Arrabbiato sì»

Il tecnico ai microfoni di Dazn: «E diciamo che rifletto, quello sempre»

3403
Ballardini Genoa
Mister Ballardini (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Se sono preoccupato? Quello mai. Arrabbiato sì.  E diciamo che rifletto, quello sempre». Davide Ballardini ha risposto così ai microfoni di Dazn sulla posizione critica del Genoa al penultimo posto: il tecnico comunque non sembra sentirsi a rischio esonero.

Il tecnico ha poi proseguito: «A me il Genoa non è dispiaciuto, nemmeno nel primo tempo. Purtroppo ci sono stati errori gravi nella fase difensiva. Il Torino è talmente forte che poi lo paghi ma a livello di occasioni ne abbiamo avute più di loro».

PRIMO TEMPO – «Stavamo 2-0 e bisognava mettere giocatori più offensivi, anche nel primo tempo abbiamo avuto situazioni pericolose. In questo momento siamo poco decisi in fase difensiva. Non si possono regalare due gol così in Serie A. Bisogna essere più bravi».

CAICEDO-DESTRO – «Non vediamo l’ora che Caicedo faccia il Caicedo per tutta la partita o quasi e di vederlo in campo per più minuti».

KALLON E ROVELLA – «Kallon a volte è partito dall’inizio ed è stato meno incisivo o viceversa. Sicuramente da fastidio agli avversari ma è un ragazzo che l’anno scorso giocava in Primavera. Rovella è un regista, quello è il suo ruolo e sta facendo delle grandi partite».

BALLARDINI E’ – «Arrabbiatissimo perché conosco i giocatori che abbiamo, le loro qualità umane e tecniche, perché facciamo tanta fatica durante la settimana e fa male perdere per questo tipo di errori».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.