Ballardini: «Partita strana, all’inizio abbiamo sprecato poi ci siamo disuniti»

Il tecnico del Genoa: «Siamo una squadra che comunque sta bene, e che pienamente crede di poter raggiungere l'obiettivo della salvezza»

2566
Ballardini
Davide Ballardini (Foto da Genoa Channel)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Ballardini a fine gara analizza la gara con la Juventus (3-1) su Sky Sport e in conferenza stampa: «Una partita strana; all’inizio abbiamo sprecato, poi abbiamo subito come due gol e ci siamo disuniti. Peccato perchè all’inizio mi sembrava una gara che potevamo bene o male gestire. Sullo 0-2 non è stato facile, giocando contro una squadra forte e difficile da affrontare. Nel secondo tempo molto meglio e potevano riprendere il risultato. Siamo una squadra che comunque sta bene, e che pienamente crede di poter raggiungere l’obiettivo della salvezza».

«Certo abbiamo iniziato molto timidamente – ha continuato il trainer rossoblu – poi man mano che la partita è proseguita il Genoa ha preso campo, ha fatto uscire la propria personalità, ed abbiamo anche divertito. Ora ci aspetta un’altra trasferta non facile con il Milan, perche da adesso pensiamo gia a quella, ad affrontare la squadra che è seconda in classifica e questo dice tutto. Intanto il margine di vantaggio sulla terzultima è rimasto consistente. Se approcceremo nel modo giusto la gara di san Siro, potremo fare bene, meglio di oggi con la Juve. Dobbiamo imparare a gestire meglio la palla, aggredendo gli avversari. Lo stavamo facendo nel secondo tempo, poi negli ultimi venticinque minuti siamo rimasti in dieci e tutto si è complicato, pur non demeritando».

Qualcuno gli chiede del grande turbillon degli attaccanti nelle ultime partite: «Io credo che tutti i nostri attaccanti siano titolari, e tutti hanno il loro momento per entrare in campo e far sentire il loro peso; oggi è toccato a Scamacca ed ha segnato. Tutti giocano a secondo delle esigenze della gara, e di conseguenza tutti si sentono coinvolti. E va bene cosi».

E poi parla del suo rinnovo di contratto: «Ora siamo tutti concentrati nel raggiungere l’obiettivo prefissato – dice Ballardini in conclusione – poi tuto verrà da sé, in maniera assolutamente naturale…».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.