Ballardini eguaglia Perotti come numero di mandati al Genoa

Garbutt conduce nella speciale classifica con cinque incarichi tra il 1912-1913 e 1946

1093
Ballardini Genoa
Mister Ballardini (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

La Fondazione Genoa ha pubblicato una statistica curiosa e interessante riguardo al numero di incarichi ricevuti dagli allenatori nella lunga storia del Grifone. A cinque conduce William Garbutt, a quattro si trovano Attilio Perotti e, da lunedì, Davide Ballardini.

Garbutt, dopo averlo guidato per tre stagioni agonistiche, aveva lasciato nel 1915 – a sospensione del Campionato Italiano decretata – il Genoa per arruolarsi nell’Esercito Britannico nella Prima Guerra Mondiale, riprendendo ad allenare la squadra – dopo l’«interregno» dell’irlandese Thomas Coggins nella semiufficiale Coppa Federale del 1915/1916 e dell’italo-svizzero Enrico Pasteur II nella successiva attività episodica negli anni del conflitto – alla ripresa del Campionato nel 1919/1920 e nelle successive sette stagioni agonistiche.

Tornato dopo dieci anni a dirigere la formazione rossoblù, aveva temporaneamente lasciato al suo fido collaboratore Ottavio Barbieri, il «timone del comando» all’inizio del 1939/1940, dovendo rientrare per questioni personali nella natìa Inghilterra, per poi riprenderlo fino quasi al termine della stagione agonistica, quando iniziò la sua «odissea» di cittadino di un Paese belligerante con l’Italia, che lo portò al confino – dopo che era stato scoperto il suo rifugio segreto ad Urbe, nel Savonese, – ad Acerno, nel Salernitano, e ad Orsogna, nel Chietino, e alla fuga ad Imola (nel 1944, durante il soggiorno nella località vicina a Bologna, perse la moglie, l’irlandese Anna Stewart, in un bombardamento degli Alleati).

Richiamato dall’Inghilterra nella primavera del 1946, durante lo svolgimento della Coppa Alta Italia (competizione di «consolazione» per le squadre settentrionali della massima serie non qualificatesi al Girone Finale del Campionato Italiano e per altre delle categorie inferiori), guidò il Genoa per tutto il Campionato 1946/1947 e per parte di quello successivo.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.