Avv. Sambugaro: «Estorsioni a Preziosi? Ancora non abbiamo carte a disposizione»

«Occorre chiedersi chi siano le vittime e i carnefici» spiega il legale

1843
Sambugaro Genoa
Stefano Sambugaro

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Intervenuto durante la tramissione “Derby in Terrazza” durante su Primocanale, l’avvocato Stefano Sambugaro è tornato sul tema estorsioni al presidente Enrico Preziosi da parte di alcuni ultrà rossoblù: «Da quanto abbiamo appreso dai giornali, la Procura ha sviluppato un’indagine per alcuni fatti accaduti dal 2005 al 2017 e ha richiesto misure cautelari per alcuni tifosi del Genoa. Queste richieste sono state respinte ma ancora non sappiamo il perché dal momento che le carte non sono ancora a nostra disposizione».

«L’associazione a delinquere è un tema che di tanto in tanto risorge – aggiunge il legale di alcuni tifosi del Genoa – è successo anche nel 2012. Occorre rivangare nella storia (il 2005 è l’anno del caso Venezia, ma non so fino a che punto centrino i tifosi) e chiedersi chi siano le vittime e i carnefici».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.