Austria coriacea: l’Italia vince ai supplementari

Gli azzurri vincono 2-1 con i gol dei nuovi entrati Chiesa e Pessina, ma crolla l'imbattibilità di Donnarumma. Nei quarti affronteranno la vincente di Belgio-Portogallo

Chiesa festeggiato dopo il gol dell'1-0 (Foto tweet ufficiale @Euro2020)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Né la nostra partita fu men tosta» scriveva Dante, il padre della lingua italiana. E la partita di stasera è stata davvero tosta per l’Italia a Wembley che ha superato soltanto ai supplementari un’Austria molto coriacea che ha chiuso per 90 minuti tutti gli spazi, rendendo difficili le manovre. Il 4-3-3 degli azzurri è stato bloccato a lungo dal 4-3-2-1 degli avversari: nonostante ciò nel primo tempo sono andati vicinissimi al gol con Immobile che ha centrato il palo. Nella ripresa, è arrivato lo spavento del gol di Arnautovic: ma l’arbitro Taylor ha annullato per fuorigioco. Il ct Mancini ha deciso di giocare i due assi: fuori Barella (tartassato dagli austriaci) e Verratti, dentro Locatelli e Pessina. Altro spavento con il fallo in area di rigore di Pessina su un avversario: il Var annulla per un altro offside.

Mancini cambia ancora: dentro Belotti e dentro Chiesa, escono Immobile e Berardi. E nei supplementari l’Italia vince alla distanza: e qui si può evocare “La beffa di Buccari” di Gabriele D’Annunzio. Ci pensa dapprima Chiesa, controllando a volo di destro e poi battendo con un sinistro di collo pieno Bachmann: poi il 2-0 di Pessina che porta gli azzurri in carrozza verso i quarti. Nel finale, il gol di Kalajdzic che fa crollare l’imbattibilità di Donarumma: Chiesa in contropiede sfiora il 3-1. Finisce qui: il prossimo avversario uscirà da Belgio-Portogallo, Lukaku contro Ronaldo.

TABELLINO

ITALIA-AUSTRIA 2-1 dts

Italia (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Acerbi, Spinazzola; Barella (68′ Pessina), Jorginho, Verratti (68′ Locatelli); Berardi (84’ Chiesa), Immobile (84’ Belotti), Insigne (110′ Cristante). All.: Roberto Mancini

Austria (4-2-3-1): Bachmann; Lainer (115′ Trimmel), Dragovic, Hinteregger, Alaba; Schlager, Grillitsch; Laimer (114′ Ilsanker), Sabitzer, Baumgartner (89’ Schopf); Arnautovic (97′ Kalajdzic). All.: Franco Foda

Arbitro: Anthony Taylor (ENG)

Marcatori: 95′ Chiesa (I), 106′ Pessina (I), 116′ Kalajdzic (A)

Ammoniti: Arnautovic, Hinteregger, Dragovic (A), Di Lorenzo, Barella (I).

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.