AUDIO, Prandelli: «Una sana paura importante per aumentare di consapevolezza. Parma avversario ostico»

Il mister si è presentato in sala stampa con due ospiti speciali in occasione della festa della donna: Giada Abate e Arianna Giupponi, calciatrici della squadra Under 17 femminile: «Kouamè è partito benissimo, secondo me farà una grande partita. Un periodo di poca brillantezza ci può stare in un percorso di maturazione»

494
Cesare Prandelli con Giada Abate (a sinistra)e Arianna Giupponi (Foto Pianetagenoa1893.net)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Mattinata di conferenza per Cesare Prandelli. Il mister ha presentato la gara contro il Parma che si disputerà domani in anticipo e accanto a lui c’erano due ospiti speciali in occasione della festa della donna: Giada Abate e Arianna Giupponi, calciatrici della squadra Under 17 femminile.
«Ci aspettiamo una partita particolarmente impegnativa. Il Parma ha giocatori capaci di gestire il fronte d’attacco in più modi quindi ci sarà da soffrire, ma allo stesso tempo dovremo essere bravi a renderci pericolosi in fase di possesso. Troveremo una squadra molto organizzata e aggressiva che cercherà fin da subito di metterci in difficoltà».
Sulla fase difensiva: «Quando sono arrivato ho trovato una squadra che subiva un po’ troppi gol, ora abbiamo cercato di redistribuire un po’ più le responsabilità sotto questo punto di vista. Coprire bene è importante, ma non dobbiamo dimenticarci della fase offensiva».
Sull’importanza di non commettere errori: «Nelle ultime partite il Parma è migliorato sotto il punto di vista delle pressioni. Leggevo divertito che alcuni lo criticavano perché manteneva un assetto di copertura, ma in realtà D’Aversa ha fatto un gran lavoro. Troveremo un Parma aggressivo e organizzato». E aggiunge: «Lazovic e Pandev condizionano la posizione di Bessa? Questi sono solo dettagli tecnici, io credo che chi scende in campo ha la capacità e la bravura di interpretare il ruolo chiamato a ricoprire».
Su Kouamè vicino a Sanabria: «Sono calciatori con capacità importanti. Kouamè è partito benissimo, secondo me farà una grande partita. Un periodo di poca brillantezza ci può stare in un percorso di maturazione».
Contro il Parma il messaggio è sempre lo stesso, la sana paura: «Lo sento davvero come messaggio. Quando si ha una sana paura vi è di conseguenza più attenzione e consapevolezza delle difficoltà».
Su Radu e Lapadula: «Lapadula ha recuperato e viene in panchina. Radu è reduce dall’influenza«».

Riccardo Cabona

Alessandro Legnazzi

Accetta i statistics, marketing per visualizzare questo contenuto.
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.