Allegri: «Alla Juve ho sempre avuto partite difficili contro il Genoa»

«Troppi infortuni in Serie A? Da meno di due anni stiamo vivendo un periodo anomalo»

Allegri Juventus
Massimiliano Allegri in conferenza stampa (foto di Juventus FC)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Dobbiamo tornare alla vittoria contro un Genoa che viene da due sconfitte e un pari con Shevchenko, un giovane allenatore bravo che ha raggiunto ottimi risultati con l’Ucraina. Serve iniziare un filotto di vittorie. Alla Juve ho sempre avuto partite difficili contro i rossoblù: servirà serenità e tecnica». Così Massimiliano Allegri in conferenza stampa di presentazione di Genoa-Juventus.

«Pellegrini, Locatelli e Kulusevski giocano, gli altri otto devo vedere domani mattina perché i calciatori che hanno giocato di più devono recuperare freschezza ed energie mentali. De Sciglio e McKennie? Dovrebbero rientrare prossima settimana, Ramsey ancora indisponibile: Rabiot più mediano in un centrocampo a due che mezz’ala, quel ruolo è la sua evoluzione» chiosa Allegri.

Sui troppi infortuni in Serie A: «La pandemia è scoppiata l’8 marzo 2020, da meno di due anni stiamo vivendo un periodo anomalo, con tante partite ravvicinate tra club e Nazionali. Ci sono gli organi preposti per garantire la salute e lo spettacolo massimale».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.