Lino Marmorato – Vogliamo un calcio diverso: il decalogo che anticipa il voto in FIGC

L'opinione sull'elezione del presidente della Figc del giornalista di Radio Nostalgia

32
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

La settimana che sta per terminare con la 27esima di campionato non è stata di preparazione solamente per le squadre di Serie A. Non lo è stata esclusivamente per loro perché il 6 marzo, ovvero lunedì prossimo, si giocherà una partita molto importante per il futuro del calcio italiano: l’elezione del nuovo presidente della FIGC.

In settimana si sono scaldati i motori e i due contendenti, Abodi e Tavecchio, si sono scontrati in un faccia a faccia giornalistico sulle pagine de La Gazzetta dello Sport dove hanno esposto in estrema sintesi i loro programmi. Riformare i campionati e restituire credibilità al calcio italiano con investimenti su stadi, settori giovanili e centri federali sono state le tematiche principali attorno alle quali incentrare le due campagne. Due campagne elettorali a tutti gli effetti che dividono il mondo del calcio in tutte le sue componenti: i calciatori e l’AIC stanno dalla parte di Abodi, gli allenatori e l’AIA (Associazione Italiana Allenatori, ndr) con Tavecchio. I presidenti di Serie A, a loro volta, saranno l’ago della bilancia in grado di determinare l’indirizzo delle votazioni…CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTO L’ARTICOLO SU BUONCALCIOATUTTI.IT

Lino Marmorato – Buoncalcioatutti.it

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.