Giovanni Porcella: tanto Piatek, non solo Piatek

Il giornalista di Primocanale spiega sul suo blog: "Il Genoa ha vinto però anche perché Ballardini dopo un primo tempo di attesa (col senno di poi ha fatto bene), cambiando per tre volte play ha trovato l’assetto giusto con l’ingresso di Kouamè e di Lazovic"

1387
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Piatek è l’oro del Genoa. Fa bene Ballardini a mettere le mani avanti nel caso il ragazzo per una volta non dovese segnare, ma questo ha colpi di classe e anche col Bologna ha fatto un gol da grande bomber. Il Genoa ha vinto però anche perché Ballardini dopo un primo tempo di attesa (col senno di poi ha fatto bene), cambiando per tre volte play ha trovato l’assetto giusto con l’ingresso di Kouamè e onestamente di Lazovic che hanno spaccato l’inerzia del match. Il resto lo ha fatto il polacco. Il Genoa è tornato a tratti quello che l’anno scorso si è tolto dai guai con difesa arcigna, benissimo Gunter, strepitoso Biraschi, e ripartenze fulminee. Pandev ha dato tutto poi ha lasciato spazio a chi ha dato il colpo di grazia al Bologna. Insomma si può vincere sapendo di poter contare su estro e freschezza dalla panchina. Ci si può turare il naso, ma oggettivamente due vittorie in casa con Empoli e Bologna fanno bene.

Giovanni Porcella – Tratto da Grifhouse Primocanale.it

CLICCA QUI PER COMMENTARE L’ARTICOLO SU PRIMOCANALE.IT

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.