Giovanni Porcella: “Il Ballardini snaturato”

L'opinione del giornalista di Primocanale sulla sconfitta subita ieri sera dal Genoa nella trasferta contro il Sassuolo

4493
Ballardini Biraschi Grifo Genoa
Ballardini e Biraschi (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Le squadre di Ballardini, di sicuro ciò che abbiamo visto qui, facevano del blocco difensivo il proprio mantra. Il Genoa dell’anno scorso ne è stato la sua sublimazione. Gli esteti potevano pure girarsi dall’altra parte ma quando contano i punti piu’ degli oohh di meraviglia va bene anche difendere in venti metri tutti quanti. Raggiunta la salvezza in anticipo e con in ballo la riconferma il Balla ha cominciato a pensare a fare gol piu’ che a non prenderne. Cosi sono arrivate sconfitte giustificate dal chissenefrega intanto non contavano piu’ nulla. In realtà Ballardini ha cercato di togliersi da dosso l’etichetta di catenacciaro che poi non è neppure onesto nei suoi confronti. In questa stagione sono arrivati in attacco giocatori interessanti e di prospettiva che sono una giusta mossa “politica” e soprattutto economica. Piatek è letteralmente esploso Kouame ha qualità e Favilli farà bene. In mezzo il vecchio Pandev e un po’ di sostanza. Dietro è cambiato poco. Gunter ha problemi, Lisandro Lopez è per ora in panca e Perin non c’è piu’. Con l’Empoli il secondo tempo è stato un campanello d’allarme con parecchi affanni ma la vittoria ha ovviamente fatto vedere il bicchiere mezzo pieno. Con il Sassuolo sebbene il match fosse iniziato benissimo è davvero successo qualcosa di incredibile per la cultura tattica di Ballardini: quattro sberle a difesa altissima e larga in un quarto d’ora è un trauma. Da Spolli a Marchetti un naufragio preoccupante. Occorre tornare all’antico meglio uno 0-0 sicuro che un 4-4 da merce in vetrina.

Giovanni Porcella

Tratto da Grifhouse/Primocanale.it

CLICCA QUI PER COMMENTARE LA NOTIZIA SUL BLOG DI GIOVANNI PORCELLA

Romulo intervistato da Giovanni Porcella di Primocanale (Foto Primocanale)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.