Giovanni Porcella: Genoa, tra contestazioni, bluff, ritirate e mediatori, Preziosi si riprende la scena

L'opinione del giornalista di Primocanale sulle voci riguardanti la cessione del club rossoblù

49
Pegli vuoto deserto
Il Centro Sportivo Signorini (Foto Pianetagenoa1893.net)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

C’era un compratore che si è tirato indietro, una cordata onestamente irrealizzabile, vari bluff internazionali, un mediatore che poi si è arreso e annunciò per primo che alternative all’attuale proprietà non c’erano e ora c’è un presidente che resta al suo posto e dopo un mese di pissi pissi bau bau fa capire che il Genoa è ancora il suo. Francamente non c’erano dubbi che finisse così dopo questa sintesi dei fatti. Enrico Preziosi andrà avanti da solo e proverà a convincere i contestatori che la squadra verrà rinforzata: un mese dopo la fine del campionato la novità è questa. Non si saprà mai se il Genoa nessuno se lo fila oppure se di fatto non è mai stato in vendita…CLICCA QUI PER ASCOLTARE L’AUDIO DEL SERVIZIO DI PORCELLA SU PRIMOCANALE.IT

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.