Il Tribunale di Milano rigetta il reclamo di Mediapro

Secondo Repubblica Micciché, presidente della Lega di A, avrebbe rivelato al sottosegretario Giorgetti il rischio di uno slittamento dei campionati

222
Sky tv Mediaset diritti Genoa
(Foto Julian Finney/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Tribunale di Milano, in seduta collegiale, ha rigettato il reclamo di Mediapro confermando, quindi, la sospensione cautelare al bando per i diritti tv della Serie A. La stessa Mediapro commenta la decisione dei giudici milanesi: «Leggiamo dalle motivazioni che la decisione rimanda al provvedimento che l’Agcm ha fatto nei confronti della Lega Serie A il 14 marzo 2018, provvedimento che ha inficiato il bando preparato dalla Lega Serie A del 6 gennaio 2018, poi aggiudicato da Mediapro, ancora oggetto di ricorso al Tar del Lazio. Mediapro avrebbe acquisito un prodotto non conforme a quanto poteva fare dalle regole vigenti».

Repubblica aggiunge un curioso retroscena: nell’incontro dell’altro giorno fra Giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla Presidenza con delega allo sport, e Giovanni Malagò, n.1 dello sport italiano era presente anche Gaetano Micciché. Il presidente della Lega di A ha spiegato a Giorgetti che c’è il rischio che non partano i campionati. Giorgetti ha allargato le braccia spiegando che il governo poco ci può fare, essendo una faccenda privata della Lega che, appunto, è un ente privato.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.