Tomás Rincón, un angolo di felicità  per il Genoa

Tomás Rincón (26 anni) è dunque un nuovo colpo di Enrico Preziosi. Rincón in spagnolo vuol dire “angolo”: i tifosi sperano che possa essere un angolo pieno di felicità per il Grifone. Lasciando il suo cognome, il suo nome di battaglia è “el general”. Se n’erano accorti gli osservatori al mondiale Sub 20: la sua […]

17
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Tomás Rincón (26 anni) è dunque un nuovo colpo di Enrico Preziosi. Rincón in spagnolo vuol dire “angolo”: i tifosi sperano che possa essere un angolo pieno di felicità per il Grifone. Lasciando il suo cognome, il suo nome di battaglia è “el general”. Se n’erano accorti gli osservatori al mondiale Sub 20: la sua presenza in campo e il suo modo di giocare avevano impressionato il 65% dei votanti che gli consentirono di vincere il titolo di miglior giocatore della Coppa America del 2011 disputata in Argentina. Contribuì con le sue giocate a far raggiungere al suo Venezuela il quarto posto nella competizione. Nell’ottobre 2011 marcò Messi e lo fermò, non consentendogli in più diun’occasione di vedere palla: era una gara per le qualificazioni ai Mondiali vinta dal Venezuela 1-0 sull’Argentina.

COME GIOCA – E’ un mediano coriaceo: è alto 1,75 e ha un peso forma di 75 kg. Il suo compito è di essere un guardiano posto davanti alla difesa. Però è un giocatore che possiede una certa duttilità, qualità molto apprezzata da Gian Piero Gasperini: può essere impiegato come esterno di destra nella linea mediana oppure come terzino destro. E’ rapido nelle chiusure e nei contrasti, preciso nel bloccare gli avversari. Proviene dall’Amburgo dov’era sotto contratto dal 2009 dove ha giocato 106 partite per complessivi 6927 minuti.

Vi diamo un assaggio della sua abilità in questo video da You Tube.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.