TESSERA TIFOSO/OSSERVATORIO: «Non è una schedatura»

  «La Tessera del Tifoso non è una schedatura. Questa idea è frutto di disinformazione, non sempre inconsapevole. Il rapporto che si instaura con la società sportiva è analogo a quello che ormai il mondo commerciale pone in essere quotidianamente con i suoi migliori clienti quando vende i propri prodotti». L’Osservatorio Nazionale per le Manifestazioni […]

11

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

  «La Tessera del Tifoso non è una schedatura. Questa idea è frutto di disinformazione, non sempre inconsapevole. Il rapporto che si instaura con la società sportiva è analogo a quello che ormai il mondo commerciale pone in essere quotidianamente con i suoi migliori clienti quando vende i propri prodotti». L’Osservatorio Nazionale per le Manifestazioni Sportive risponde alle polemiche instauratesi in questi giorni intorno alla Tessera del Tifoso. Il Comitato per la Sicurezza delle Manifestazioni Sportive, ha preso atto delle indicazioni dell’Osservatorio. «Tutti i dati personali comunicati dai tifosi – precisa l’Osservatorio – sono conservati solo dalle società sportive ed utilizzati, come ricordato nell’esempio, per promuovere tutte le attività e le agevolazioni offerte ai propri clienti (convenzioni con aziende di trasporto e di ristoro – corsie dedicate – borsellino elettronico e molto altro). L’attività degli organi di Polizia, nel progetto della tessera del tifoso si limita all’esclusivo accertamento di eventuali motivi ostativi e solo per il tempo strettamente necessario». «Non è un’imposizione, gli spettatori che non vogliono aderire possono continuare a frequentare gli stadi acquistando un normale biglietto in settori diversi da quello riservato agli ospiti. È inoltre un investimento per i club ed è una importante opportunità per promuovere il marchio della società tra tifosi e appassionati. La Tessera del Tifoso – conclude l’Osservatorio – è un importante tassello nelle strategie di prevenzione della violenza, per riportare le famiglie allo stadio assicurando loro migliori standard organizzativi e servizi di accoglienza».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.