Successo del Genoa Country Camp. Braglia: “Merito di tutti i ragazzi, sono un valore aggiunto”

L'eroe di Anfield è stato protagonista con gli altri allenatori del settore giovanile del Camp Genoa a Bardonecchia. Un trionfo a tinte rossoblù

60
Lo staff rossoblù (dalla pagina Facebook di Braglia)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Genoa Country Camp a Bardonecchia è stato un successo. Lo decretano i risultati dei partecipanti ma, soprattutto, i sorrisi dei bambini a fine di ogni giornata. Cosa c’è di più bello per un allenatore se non insegnare qualcosa? Condividere una conoscenza, un segreto, una sfumatura del gioco del calcio, ancora ignota ai bimbi che hanno affollato le strutture piemontesi.

Un successo che va condiviso anche con l’efficentissimo staff rossoblù che ha lavorato con i partecipanti sulle alture della Val di Susa. Bardonecchia ha ospitato a luglio i bambini del Camp Genoa, ad agosto sarà il turno della Primavera e della prima squadra allenata da Ivan Juric. Una base dotata di ogni confort che il Grifo si tiene stretto.

Simone Braglia ha partecipato al Country Camp come preparatore dei portieri. Entusiasta per aver riabbracciato i colori più belli d’Italia, ha così commentato su Facebook: “Volevo condividere ciò che ho passato in una settimana di Camp Genoa. Ogniqualvolta vedo il rossoblù ho una sensazione strana, di felicità mista a emozione che ricorda tutti i momenti passati con i vostri colori. Ringrazio Michele Sbravati che mi ha dato la possibilità di rivivere e indossare ancora quei colori. E poi, ragazzi, sono stato con una equipe fantastica“.

L’eroe di Anfield rende omaggio a “la Miki e Orsetta, due baby sitter che curano i minimi particolari e le esigenze di tutti i bimbi. Il megu Giampaolo (assomiglia in pieno), il Pelu sempre pronto e unico playboy della squadra… ha più richieste lui che Clooney; Mr Oneto che come me ha il Grifo nel cuore, lo “sciamano” Cristiano Francomacaro, il mio omonimo Simone che massaggia (provato) meglio del mitico Carbunin; Paolo Oneto che alla prima esperienza sentiva la mancanza della galante… Paolino Ornamento attore vero, andrebbe bene in qualsiasi lungometraggio; Emanuele Rimassa grande allenatore seppur giovane; all’amico Andrea Bianchi che tutti conoscono per la perfezione con cui cura tutti i dettagli del Camp“. 

La chiosa di Braglia è dedicata al patrimonio rossoblù insito nei ragazzi che compongono i vari settori della filiera giovanile: “Il Genoa ha un grande valore aggiunto in tutti questi ragazzi che rispecchiano il vero valore sportivo e la ricchezza dei valori, ed è per questo che vi chiedo di attribuire loro la giusta riconoscenza, l’importanza e la gratificazione che meritano. In una sola parola da parte mia vi dico… GRAZIE GENOA, GRAZIE RAGAZZI“.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.