Primocanale – Ecco la nuova ordinanza della Regione Liguria

Il nuovo provvedimento è valido a partire dall'11 maggio ed è in linea col nuovo dpcm per le seconde case, sport e lavoro

1442

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Via libera in Liguria a partire dal 11 maggio della possibilità per tutti gli esercizi, i negozi, i parrucchieri, gli estetisti, i ristoranti e i bar non ancora aperti per attività di take-away, di raggiungere la loro attività per poter cominciare i lavori propedeutici alla riapertura del 18 maggio. Le misure rese note dal governatore della Liguria Giovanni Toti che ha annunciato la firma di una nuova ordinanza valida su tutto il territorio ligure. Tra le altre cose “consentita la riapertura di residenze turistiche alberghiere, locande e alberghi diffusi e di altre strutture ricettive come affittacamere, bed&breakfast e case appartamenti per vacanze, previ interventi di sanificazione e nel rispetto delle disposizioni in materia di distanziamento sociale”, si legge nella nuova ordinanza.

SCARICA E LEGGI QUI IL DETTAGLIO DELLA NUOVA ORDINANZA REGIONALE

Nell’ordinanza è stato equiparato per la riapertura le residenze turistiche alberghiere, le locande e i bed & breakfast agli alberghi”. Nell’ordinanza è specificato che possono riaprire tutti i negozi che fanno parte di filiere consentite e quindi di attrezzatura da pesca, sportiva, ciclo. Per agevolare lo sport e gli spostamenti eliminato ogni orario da attività sportive che si potrà fare quindi in qualsiasi momento. nella nuova misura è stabilito che chi si reca in barca, roulotte, camper o nella seconda casa per la preparazione, perché non si può ancora dormirci, lo possa fare con il nucleo familiare (LEGGI QUI).

Dl Rilancio, scarica qui la bozza del nuovo Dpcm del premier Conte – CLICCA QUI

“Stamattina abbiamo avuto numerosi contatti tra governatori delle regioni, da Bonaccini ai presidenti di altre regioni. Abbiamo chiesto e ottenuto per lunedì un incontro della conferenza dei governatori con il ministro degli affari regionali Francesco Boccia. Vogliamo ampie rassicurazioni che alle regioni verrà ridata piena autonomia e facoltà di scegliere come ripartire per l’intero sistema economico regionale” ha detto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti nel punto stampa quotidiano. “Lunedì avremo un più chiaro calendario degli eventi che si susseguiranno questa settimana. La Regione Liguria si prepara da lunedì 18 maggio alla riapertura dei negozi al dettaglio, di estetisti, parrucchieri, ristoranti e bar, in attesa che da Roma arrivino le linee di sicurezza Inail di cui c’è bisogno per ripartire in piena sicurezza”, ha concluso Toti.

COSA SI PUÒ FARE IN LIGURIA DALL’11 MAGGIO

– accesso alle attività commerciali, di cura alla persona, alle attività economiche tutte oltre che a palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri termali e centri ricreativi per interventi di manutenzione, sanificazione, consegne magazzino e per ogni attività connessa alla prossima riapertura;

– commercio al dettaglio di articoli sportivi, attrezzi da pesca, articoli da campeggio e biciclette;

– spostamenti all’interno del territorio della regione Liguria per necessità anche con coresidenti, con obbligo di rientro in giornata;

– riapertura di Residenze Turistiche Alberghiere (RTA), locande e alberghi diffusi e delle strutture ricettive di tipo affittacamere, bed & breakfast e case/appartamenti per vacanze;

– attività motorie (corsa, tiro con l’arco, tiro a volo, utilizzo della bicicletta, arrampicata sportiva, trekking, mountain bike, tennis singolo, passeggiata a cavallo, attività sportive acquatiche individuali come wind surf, attività subacquee, canoa, canottaggio, pesca, pesca sportiva e ricreativa, vela in singolo) nell’ambito della regione. Sono consentiti gli spostamenti con coresidenti per raggiungere il luogo dove svolgere l’attività sportiva o l’attività motoria, che poi però va svolta sempre individualmente;

– uscite in barca, anche con più persone purchè coresidenti, dalle 6 alle 22.

– l’utilizzo della moto nell’ambito di attività motoria e sportiva individuale, anche fuoristrada (enduro, trial, motorally, motocross, moto turismo) su tutto il territorio regionale;

– raccolta funghi e tartufi sul territorio regionale anche con coresidenti;

 coltivazione del terreno per uso agricolo e l’attività diretta alla produzione per autoconsumo all’interno di tutto il territorio regionale, anche con coresidenti.

– allenamento e addestramento cavalli, da svolgersi in maniera individuale, all’interno del territorio della regione.

– allenamento e addestramento di ogni altro tipo di animale (cani, piccioni viaggiatori, ecc.) nonché l’attività di educatore cinofilo purché svolto in aree autorizzate, all’interno del territorio della Liguria;

 spostamento con coresidenti nell’ambito del territorio regionale verso le proprie imbarcazioni per lo svolgimento delle attività di manutenzione, riparazione e sostituzione di parti necessarie;

– raggiungere seconde case, camper o roulotte di proprietà sul territorio regionale per lo svolgimento delle attività di manutenzione e riparazione anche con coresidenti, con obbligo di rientro in giornata presso l’abitazione abituale.

ordinanza Regione Liguria 28 2020

CLICCA QUI PER COMMENTARE LA NOTIZIA SUL SITO DI PRIMOCANALE

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.