Piero Bottino, ultras del Genoa, è deceduto ieri in un incidente stradale

Era fuggito dal Rems di Prà, dov'era detenuto da febbraio: è stato travolto da un'auto sull'A26 dopo la caduta dalla moto

253
Bandiere nella Nord (Marco Luzzani/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Pietro Bottino, ultras del Genoa conosciuto come “Lo Squalo”, è deceduto ieri pomeriggio in un incidente stradale. Il tifoso, riporta Telenord, è stato travolto da un’auto dopo la caduta dalla motocicletta in una galleria presso Voltri lungo l’A26. L’emittente riporta che Bottino, 46 anni, era fuggito ieri dal Rems di Prà dove era rinchiuso da febbraio per terminare di scontare una condanna a 14 anni di carcere, più tre in una casa di cura e custodia: era stato accusato di avere sparato nel 2004 a due tifosi e successivamente a un’auto lungo l’autostrada A10. Era stato scarcerato nel 2015 per scontare l’ultimo mese e mezzo in una comunità a Trasta, ma dopo 20 giorni era tornato in cella per la violazione degli obblighi.
La Procura della Repubblica di Genova ha aperto un’inchiesta sull’incidente.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.