Oltre 5800 euro raccolti dal Genoa a favore del Gaslini

Battute all'asta le maglie indossate dai giocatori nello scorso derby: il ricavato va a finanziare un progetto dell'eccellente nosocomio pediatrico genovese

41
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il derby l’ha perso, ma in ogni caso il Genoa avrebbe piazzato l’assist decisivo nei confronti di un’importante iniziativa di beneficenza organizzata a favore dell’Istituto Gaslini. In occasione della stracittadina, Mattia Perin e compagni erano infatti scesi in campo con una maglia speciale che, per gentile concessione del first jersey sponsor Eviva, presentava anche il logo dell’eccellente nosocomio pediatrico genovese. Se l’azienda impegnata nel settore energetico rinunciava a visibilità sul petto dei giocatori rossoblù per dar spazio al Gaslini, il Genoa avrebbe organizzato una campagna di raccolta fondi a finanziamento del nuovo Centro Accoglienza Bambino e Famiglia.

Un progetto portato avanti col pieno supporto di Eviva, finalizzato a dotare il Gaslini, già eccellenza a livello nazionale, di un nuovo aiuto nella gestione della degenza dei piccoli pazienti e le loro famiglie. In particolar modo quelli provenienti da lontano, che purtroppo magari si trovano pure in una situazione difficile sotto il punto di vista clinico. Non sarebbe potuto restar in disparte il Genoa, dunque, con quest’attività di fundraising organizzata in partnership con Charity Star. La maglie indossate in occasione della scorsa stracittadina sono state battute all’asta, per una somma complessiva di 5809 euro, ma si tratta solo della prima tappa di un percorso che durerà fino alla fine della stagione. Tra le battute d’asta più elevate spiccano Pietro Pellegri (la cui somma raccolta ha toccato quota 999 euro) e Stephane Omeonga (425), mentre completa il podio la casacca esposta durante la presentazione ufficiale (375). Menzioni per Galabinov (368) e Perin (300), per un risultato finale complessivo che testimonia la grande generosità del popolo rossoblù.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.