Lino Marmorato – Diluvio del calcio italiano

Rivera sostiene giustamente che "siamo riusciti a fare peggio che contro la Svezia"

57

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il calcio italiano non si è fermato a Eboli ma in Sud Africa. Da otto anni chiunque si sia seduto sulle poltrone della FIGC e delle Leghe e chi abbia tentato, come i calciatori, ha portato non al tramonto ma al Vespro il pallone italico, dai dilettanti ai professionisti.

Il diluvio lunedì scorso non è riuscito: sono rimasti gli stessi uomini che non sono riusciti a lavare i panni sporchi del calcio italiano in 8 anni e proveranno anche a rimettersi. Meno male che tutto è saltato perché a pilotare cercando l’accordo tra la Leghe sono stati Giancarlo Abete, Tavecchio e Lotito.

Dice Rivera giustamente: “siamo riusciti a fare peggio che contro la Svezia”. Aggiunge Ferrero: “è stata una buffonata, ora ci sarà il commissariamento ma io sono un po’ malizioso: per me c’era sotto un piano per andare verso questa direzione“.

Ha ragione perché Malagò, il Presidente del Coni, lo ripeteva da tempo: “si deve evitare l’assemblea, tutto inutile, perché il calcio non riesce a darsi un responsabile”. Tommasi, il Presidente dell’AIC non fa accordi…CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTO L’ARTICOLO SU BUONCALCIOATUTTI.IT

Lino Marmorato – Buoncalcioatutti.it

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.