Lino Marmorato – Dalla discesa libera alla scalata del K2

Primo incontro informale per Malagó, presidente del CONI, in Lega Calcio

74

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

È tornato Malagò, Presidente del Coni, da Pyeongchang con il carico di medaglie alle Olimpiadi Invernali. Neanche il tempo di smaltire il fuso orario che subito al lavoro per cercare di chiarire i problemi della Lega Calcio. Dopo le medaglie  olimpiche Malagò  cerca di scalare il K2, anzi venti delle società di calcio.

Partendo dalla Corea, sul lavoro che lo aspetta in via Rossellini a Milano ha detto: “io voglio che in questa storia non ci siano vincitori e non ci siano vinti. Sperabile che a vincere sia il buon senso. Basta andare avanti con le contrapposizioni in Lega Calcio che hanno fatto male al mondo del calcio”.

Malagò è partito con un’idea per le Olimpiadi coreane e torna con la stessa: “la FIGC si sistema se al tempo stesso si definiscono tutte le cose per bene all’interno della Lega”. Ed ecco dunque che ieri Malagó, alle 17, è entrato nell’Arena della Lega calcio per la prima volta da quando è stato eletto Commissario.

Per l’occasione si è nascosto dietro un filo di barba, per moda o per spaventare. Quasi tutti presenti i Presidenti compreso Enrico Preziosi, più gli amministratori delegati di Milan, Inter e Juventus. Assente giustificato Lotito per problemi elettorali: ha mandato un rappresentante laziale.

Una riunione informale per capire gli umori, poi alla sera tutti a cena. Riunione informale perché non vuole convocare riunioni ufficiali finché non vi sarà certezza di intese tra tutti i presidenti della Serie A.
Malagò a cena o prima ha fatto il nome del suo candidato alla Presidenza della Lega…CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTO L’ARTICOLO SU BUONCALCIOATUTTI.IT

Lino Marmorato – Buoncalcioatutti

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.