Le accuse di Gasperini a Pairetto: la Procura Figc accende un faro

Il procuratore capo Pecoraro ha deciso di aprire un'inchiesta sulle dichiarazioni del tecnico dell'Atalanta

108
Mister Gasperini (Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Dopo le dichiarazioni pesanti di Gian Piero Gasperini su Luca Pairetto, la Procura Figc ha deciso di accendere un faro. Il procuratore capo Giuseppe Pecoraro, riferisce Sky Sport, aprirà un’inchiesta riguardo alle dure accuse lanciate dall’allenatore dell’Atalanta (ex Genoa). Gasperini aveva dichiarato nella conferenza stampa alla vigilia della partita casalinga contro il Milan: “Durante la partita col Genoa mi ha minacciato dicendomi che ci saremmo rivisti a Roma e che non sarebbero stati tollerati simili comportamenti. Eppure non so come poteva sapere che sarebbe stato designato come Var per la partita con la Lazio. Io ora sono stato squalificato col massimo della pena, in vista di una partita fondamentale, per un episodio sul Var di cui non si è accorto nessuno”.

Il presidente dell’Aia Marcello Nicchi aveva risposto attraverso il Corriere di Bergamo: “Ci siamo già affidati alla procura federale che agirà come meglio crede, non serve che noi rispondiamo a chi dice delle sciocchezze. Successivamente vedremo se presentare una denuncia per diffamazione, ma questo è un altro discorso”. Pronta la replica di Gasperini al termine della partita contro il Milan: “Se verrà aperta un’inchiesta federale sarò prontissimo, non ho detto sciocchezze, ho detto tutte cose confermabili. È un problema dell’Aia se già sapevano che Pairetto avrebbe arbitrato a Roma. Noi non abbiamo mai contestato nessun arbitro, vanno tutti bene per noi. Non credo di aver detto cose così gravi da meritarmi una denuncia. Noi abbiamo le nostre immagini. Mi dispiace che con il Genoa il mio sia stato considerato come un comportamento intollerabile, quando in realtà non credo di essermi comportato così male”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.