Figc: un minuto di riflessione sulla Shoah in tutti gli stadi

Il provvedimento, concordato con il ministro dello Sport e l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, riguarderà il turno infrasettimanale di Serie A, B e C e quello del fine settimana per i campionati dilettantistici e giovanili

53
Licenze FIGC Figc

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il gravissimo fatto accaduto a Roma, dove sono stati trovati nell’Olimpico adesivi con l’immagine di Anna Frank (la ragazza ebrea uccisa in un campo di sterminio) con la maglia della Roma oltre a scritte ingiuriose, ha spinto la Figc “d’intesa con il ministro per lo Sport e l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (UCEI), ha disposto l’effettuazione di un minuto di riflessione su tutti i campi di calcio per condannare i recenti episodi di antisemitismo e per continuare a coltivare la memoria della Shoah e l’impegno della società civile tutta, soprattutto assieme ai giovani, affinché ogni contesto sportivo sia luogo che trasmetta valori e formi le coscienze” si legge in una nota sul sito ufficiale federale.
“Nel corso del turno infrasettimanale – prosegue il comunicato – previsto nei campionati di Serie A, Serie B e Serie C e del turno previsto nel fine settimana per i campionati dilettantistici e giovanili, le squadre e gli ufficiali di gara si disporranno al centro del campo prima del calcio d’inizio mentre verrà letto un brano tratto dal Diario di Anna Frank: “Vedo il mondo mutarsi lentamente in un deserto, odo sempre più forte l’avvicinarsi del rombo che ucciderà noi pure, partecipo al dolore di milioni di uomini, eppure, quando guardo il cielo, penso che tutto si volgerà nuovamente al bene, che anche questa spietata durezza cesserà, che ritorneranno l’ordine, la pace e la serenità”.

Anna Frank (foto Website Anne Frank Stichting, Amsterdam/Wikipedia)
Anna Frank (foto Website Anne Frank Stichting, Amsterdam/Wikipedia)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.