Ecco il nuovo regolamento del campionato Primavera

Per lo scudetto sarà prevista una finale a quattro. Retrocedono le ultime due e una terza dopo i playout

481
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Da quest’anno, come riportato da La Gazzetta dello Sport, cambia il modo di vivere la Primavera grazie alla riforma ufficializzata dal regolamento della stagione 2016/2017. Oggi si potrà avere una prima dimostrazione con gli anticipi di Verona-Roma e Juventus-Bologna per il campionato Primavera 1 e domani con i due gironi del Primavera 2. Non ci saranno più i tre soliti gironi, ma uno principale, Primavera 1, composto da 16 squadre e due gironi minori da 13 a formare la Primavera 2. In Primavera 1 giocano Atalanta, Bologna, Chievo, Fiorentina, Genoa, Inter, Juventus, Lazio, Milan, Napoli, Roma, Sampdoria, Sassuolo, Torino, Udinese, Verona. La scelta di quest’ultima non è dovuta al quarto posto raggiunto nel girone A dello scorso campionato, poichè non sarebbe stato sufficiente senza la promozione raggiunta con mister Pecchia. Il Primavera 1 prevede infatti che per questa stagione partecipino solo le squadre di Serie A e che gli eventuali quattro club di B che hanno raggiunto le prime posizioni dell’ultimo campionato siano rimpiazzati da squadre di A. Cosa accaduta all’Entella, finalista contro la Roma in Coppa Italia, a cui non è bastato il 3º posto nel girone C. I quattro club di A che parteciperanno alla Primavera 2 sono Cagliari, Crotone (nona e undicesima classificata nel girone C della scorsa stagione e con il ranking sportivo determinato dai risultati degli ultimi 5 anni più basso) e le neo promosse Benevento e Spal.

 

Secondo quanto deciso dalla riforma, Primavera 1 sarà organizzato dalla Lega di Serie A, mentre Primavera 2 dalla Lega B. Con la presenza di due categorie è introdotto il meccanismo di promozioni e retrocessioni. Scendono le ultime due classificate alla fine della regular season, mentre la 13ª e la 14ª affrontano i playout. Saranno promosse direttamente le prime classificate dei due gironi di Primavera 2. Le squadre comprese tra la seconda e la quarta posizione accederanno ai playoff per aggiudicarsi l’ultimo posto disponibile, con le seconde che partono con un turno di vantaggio rispetto alle terze e alle quarte. In caso di promozione in Primavera 1 di club retrocessi in Serie C con la prima squadra, la finalista playoff sarà in cima all’elenco dei ripescaggi. Altro cambiamento interessa la fase finale della competizione: la Final Eight sarà infatti sostituita dalla Final Four che durerà dal 5 al 9 di Giugno, con le prime due classificate che accedono direttamente alle semifinali e le squadre dalla terza alla sesta che spareggiano in gare di andata e di ritorno per gli altri due posti.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.