Chiude ‘El Grafico’, la Bibbia del calcio argentino: hasta el fin!

Fondato nel 1919 da un uruguagio, si convertì definitivamente allo sport nel 1925. Raggiunse l'apice di tiratura nel 1986, con la 'Mano de Dios' di Maradona

77
Possa e Gonzales, capitani di Racing Club e San Lorenzo
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Triste, solitario y final… Il romanzo di Osvaldo Soriano è anche il titolo di coda de ‘El Grafico’. E’ notizia di oggi la chiusura della storica rivista argentina, definita da tutti come la Bibbia del calcio. Lo ha comunicato la Torneos, impresa che amministra El Grafico: “Questa triste decisione è stata presa a fronte del decrescente consumo di carta stampata che ha colpito la nostra rivista. L’impresa sta analizzando alternative affinché El Grafico continui a creare contenuto e informazione ma al di fuori del suo formato tradizionale“.

El Grafico è stato fondato il 30 maggio 1919 da Costancio Vigil, un uruguagio che sarà la pietra angolare dell’editoria sudamericana poiché nel novembre del medesimo anno diede vita a ‘Billiken’ rivista per ragazzi, e nel 1922 fondò la rivista giovanile femminile ‘Para ti’, che anticipò ‘Gente’ nel ’60. El Grafico, nato come un settimanale generalista (dal 2002 diventa mensile), si convertì allo sport solo nel 1925. L’apice della tiratura fu la vittoria dell’Argentina in Messico, Mondiale 1986: la ‘Mano de Dios’ diffuse quasi 700mila unità. E non a caso Diego Armando Maradona è il calciatore che ha conquistato più prime pagine, addirittura 125, davanti a Passarella e Norberto Alonso.

El Grafico è stata anche la casa di caricaturisti, fotografi e giornalisti fenomenali. Da Borocotò, pseudonimo di Ricardo Lorenzo Rodriguez, a Dante Panzeri, il padre della “dinamica dell’impensabile”, passando per Emilio Lafferranderie e Usaburo Kikuchi. Fuoriclasse nel loro settore. La rivista ha creato dei modi di dire speciali, come la contrapposizione tra calcio creolo e calcio inglese: il primo nasce dal potrero, il campo senza erba dove i bambini imparano la tecnica di base, e si distingue per eleganza e improvvisazione; quello dei britanni, invece, su forza e disciplina. El Grafico chiude, non lo troverà più nelle edicole di Buenos Aires. Hasta el fin!

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.