88 anni fa il Genoa fu la prima italiana in una coppa europea

Era la Coppa dell'Europa Centrale, il Grifone rappresentava l'Italia insieme alla Juventus. Era il 1929, e con il Rapid Vienna non ci fu storia

160
Fonte: sito ufficiale Genoa CFC

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Sono passati esattamente 8 anni da un singolare record che il Genoa può vantare. Era il 1929, e nella Coppa dell’Europa Centrale di quell’anno anche il Grifone partecipava (insieme alla Juventus): si tratta delle prime due squadre italiane, una delle quali la prima in assoluto a sviluppare il calcio in Italia. Per poter partecipare alla terza edizione dell’allora Coppa Mitropa, però il Genova 1893 dovette passare attraverso gli spareggi (la denominazione è quella voluta dal periodo fascista). Nell’andata dei playoff contro il Milan, il 30 maggio a San Siro, finì 2-2. Al ritorno, al Ferraris, finì 1-1 e il pareggio allora contemplava che a decidere per il passaggio del turno sarebbe stato un sorteggio. La fortuna aiutò i rossoblù, che il 13 giugno finirono in 9 per l’infortunio a Catto e l’espulsione di Gilardoni dovendo difendere eroicamente.

Ecco dunque la qualificazione ai quarti di finale, dove però il conto con la sorte fu pagato a caro prezzo perché la successiva avversaria del club sarebbe stata il Rapid Vienna, campione d’Austria e tra le più forti compagini d’Europa: allenati dall’ex rossoblù Bauer (negli anni ’10 lavorò al Grifone), il 23 giugno 1929 non ci fu storia. La trasferta viennese del Genoa si concluse con una batosta per 5-1: segnò Weselik per i padroni di casa, rispose Chiecchi III al minuto 12, poi si scatenò la furia del Rapid con Wesely (30′, su rigore), Kirbes (39′), ancora Wesely (72′) e infine Weselik (82′). A nulla servirà il pareggio del ritorno, per 0-0. Noi di PianetaGenoa1893 ve ne avevamo già parlato qui, in questo pezzo del 2009.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.