Trovato il corpo di Mirko Vicini, l’ultimo dei dispersi

Il ragazzo lavorava presso la sede Amiu, collocata sotto il viadotto: è stato trovato schiacciato con il suo furgone dalle macerie di un pilone

3719
Il ponte Morandi crollato

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

E’ stato trovato poco fa dalle squadre dei vigili del Fuoco il corpo senza vita di Mirko Vicini, ultimo dei dispersi del tragico crollo del ponte Morandi a Genova. Il ragazzo è stato schiacciato con il suo furgone dalla massa di blocchi di cemento armato riversatasi sulle strade sottostanti. Da martedì scorso la mamma lo cercava senza sosta e ha sperato sino all’ultimo di trovarlo ancora vivo. Mirko era riuscito a trovare un lavoro stagionale all’Amiu: il padre, che lavorava come spazzino nell’azienda comunale, lo aveva incoraggiato a entrare in azienda. Quel terribile martedì, attorno a mezzogiorno, Mirko aveva finito il turno e si stava recando alla doccia per lavarsi: quando due colleghi si sono girati verso la zona doccia, quest’ultima non c’era più ma al suo posto c’erano le macerie di un pilone del viadotto. Quattro giorni di attesa e poi l’amara conclusione.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.