Presentati i progetti del Rotary per Genova: in cantiere anche iniziative per lo sport

Il governatore Lazzari: “Stiamo valutando un progetto da collegare a quello sulla prevenzione dell'obesità dei giovani approntato dal Rotary Club Golfo Paradiso"

227
Tiziana Lazzari (a sinistra), Giorgio Guerello e Anselmo Arlandini

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

L’impegno del Rotary per Genova e la Liguria è stato illustrato stamattina presso il Salone di rappresentanza del Comune di Genova. Nella sede di Palazzo Tursi erano presenti Tiziana Lazzari, governatore del distretto 2032, il presidente del Consiglio comunale Giorgio Guerello e Anselmo Arlandini, presidente della commissione distrettuale progetti. Tra le proposte future, è emersa un’idea importante, per ora in cantiere, che potrebbe essere implementata nel corso dell’anno: “Stiamo valutando di preparare un progetto per lo sport – spiega il governatore Lazzari, prima donna a guidare il Rotary nell’area del Nord Ovest – da collegare eventualmente a quello sulla prevenzione dell’obesità dei giovani approntato dal Rotary Club Golfo Paradiso. L’attività fisica si potrebbe anche unire all’altra nostra iniziativa sulla prevenzione dell’ictus”.

Riguardo ai temi della salute, il governatore ha anche spiegato le altre tre importanti iniziative: innanzuitutto “Il Rotary per la SLA” finalizzato al mantenimento di un letto per un malato di SLA presso l’Associazione Gigi Ghirotti del Professor Franco Henriquet. Il Progetto P.A.S.S. (Progetto Andrologico di Screening per Studenti) che nasce con l’intento di fornire ai giovani di oggi, papà di domani, le corrette informazioni e le opportunità di diagnosi e trattamento delle eventuali problematiche uro-andrologiche al fine di entrare con serenità nell’età adulta. E ancora il Progetto Nazionale HPV, che ha il patrocinio del Ministero della Sanità e finalizzato all’informazione/prevenzione dell’infezione da HPV, diventata emergenza nazionale non solo per gli aspetti infettivi ma anche per il crescente aumento di patologie oncologiche HPV correlate.

Il ruolo di stimolo dell’associazione, fondata 112 anni fa negli Stati Uniti, per le istituzioni locali è stato evidenziato da Giorgio Guerello: “L’attività del Rotary, soprattutto in questi momenti di grande difficoltà economica i cui versano le istituzioni locali, è particolarmente apprezzata perché va a supportare il Comune sostenendolo con proposte concrete che mirano a favorire processi di rilancio culturale e sociale della città”.

Rotary8

Anselmo Arlandini ha concluso con le iniziative svolte dai singoli club genovese: “Il Rotary Club Genova ha donato un piccolo bus nell’ambito del progetto “Un aiuto ai bambini autistici”. Il Club Ovest ha puntato molto sull’istruzione con “Maturità e poi?” dedicato all’orientamento dei ragazzi nella scelta delle facoltà universitarie e dell’avviamento alle professioni: la prossima edizione si terrà venerdì al Palazzo della Borsa”. Altre iniziative: “L’abbraccio di Don Orione” (Genova Este), “Adotta uno psicoterapeuta” (Genova Nord), “Alimentiamo il nostro futuro” (Golfo Paradiso), progetti culturali per il Festival internazionale della poesia, per la Scuola di scenografia Luzzati e per i Balletti di Nervi (Genova Sud Ovest), “Un pasto per tutti” (Genova Nord Ovest), “Dalla strada al lavoro” (Golfo di Genova) “Riso solidale” (Genova San Giorgio), “Parrocchia di San Sisto” (Genova Centro Storico), Pbt sull’individuazione dei tumori cerebrali infantili (Rotary e Club Genova).

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.