Nuova violenta scossa di terremoto in Italia Centrale: crolla la basilica di Norcia

Il sisma di magnitudo 6.5, più violento che a L'Aquila, si è avvertito fino in Austria

40
Devastazioni del sisma nell'Italia Centrale (Carl Court/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Una nuovo violentissimo terremoto ha colpito l’Italia Centrale: non si accennano a placare i movimenti tellurici in atto dal 24 agosto, quando furono demolite Amatrice e Accumoli. Un scossa di magnitudo 6,5 Richter attorno alle ore 7.40 ha devastato la zona compresa fra Perugia e Macerata: è più violenta di quella che interessò L’Aquila nel 2009. Il sisma si è avvertito a Roma, a Bolzano oltre che in Austria. E’ crollata la basilica di San Benedetto a Norcia: devastate Tolentino, Camerino, Preci, Castelsantangelo. Per ora si registrano 10 feriti: problemi alla viabilità sulla via Salaria. Sospese per il momento le corse sulla metro A, B e B1 di Roma.

[fnc_embed][/fnc_embed]

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.