Il programma de Il Falco e Il Gabbiano su Radio 24

Il magnate Howard Huhes, la storia dei “Dimenticati di Clipperton”, il cantautore Jim Croce, l’ex campione e allenatore di calcio Nils Liedholm e lo scienziato Nikola Tesla: ecco i temi della trasmissione di Enrico Ruggeri in onda dal lunedì al venerdì alle 15.30

48
Enrico Ruggeri

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Nei giorni in cui vengono emanati i primi provvedimenti del neo Presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump, Enrico Ruggeri apre la settimana de Il Falco e il Gabbiano, in onda dal lunedì al venerdì alle 15.30 su Radio 24, con la storia di un altro potente e ricco uomo americano che con i suoi soldi e il suo successo sarebbe potuto diventare Presidente, ma che si è invece dedicato alla realizzazione dei suoi sogni. Un miliardario per nascita che a partire dagli anni trenta si trasforma in una specie di re Mida, avviando progetti diversi in diversi campi. Dal mondo del Cinema a quello dell’Aviazione, tutto ciò a cui si dedica si trasforma in una fabbrica di soldi. Un uomo di successo, un playboy amato dalle più importanti attrici dell’epoca. Un uomo apparentemente sicuro di sé che in realtà nasconde un animo fragile e mentalmente instabile, colpito da manie ed ossessioni che ne condizionano la vita e che rischiano di portarlo all’autodistruzione. Oggi, lunedì 30 gennaio, Enrico Ruggeri racconta su Radio 24 la storia del magnate Howard Hughes.

Dagli Stati Uniti d’America, martedì 31 gennaio Enrico Ruggeri ci porta a Clipperton, detta anche Isola della Passione, uno sperduto atollo dell’Oceano Pacifico, a 1280 chilometri ad ovest del Messico. Ci vogliono tre giorni di navigazione per raggiungerla e quando si arriva si trova un’inospitale striscia di terra sabbiosa, brulicante di granchi aggressivi e devastata da tremendi cicloni, poverissima di vegetazione e ricoperta di guano, gli escrementi degli uccelli marini. Nonostante la sua apparente inutilità, Clipperton si è trovata al centro di una controversia politica di portata mondiale ed è anche stata teatro di una delle pagine più tristi della storia dei mari, avvenuta nei primi anni del ‘900: la tragedia di Alicia Rovira Arnaud e dei suoi compagni di sventura, che sono passati alla storia come “I Dimenticati di Clipperton”.

A non farsi dimenticare, anche se soltanto dopo la sua morte, è riuscito il protagonista della puntata de Il Falco e il Gabbiano di mercoledì 1 febbraio. Non c’è niente di più triste di un artista che quando raggiunge il successo dopo anni di tentativi, muore improvvisamente. Forse il caso più famoso sono le morti del grande Buddy Holly e di Ritchie Valens in un incidente aereo nel 1959. In loro onore Don McLean ha scritto la canzone American Pie in cui definisce quel giorno come “the day the music died”, il giorno in cui la musica morì. La canzone fu scritta nel 1971. Fosse stata scritta più tardi, è quasi certo che McLean avrebbe dedicato la sua canzone anche a un altro artista, morto sempre per un incidente aereo nel 1973, e di cui Enrico Ruggeri ci racconta la storia su Radio 24: questo artista è Jim Croce, morto quasi sconosciuto e diventato famoso nei mesi e negli anni successivi alla sua scomparsa.

Dal mondo della musica a quello del calcio, indietro negli anni 50. Enrico Ruggeri ci riporta ai tempi in cui nel campionato italiano non si parlava d’altro che del Gre-No-Li, il trio di campioni svedesi composto da Gren, Nordhal e Liedholm che nel 1958 sfiorarono la vittoria del Campionato del Mondo con la Svezia, perdendo la finale contro il Brasile di Pelé. Protagonista della puntata de Il Falco e il Gabbiano è proprio Nils Liedholm: non solo un grande campione del calcio giocato, ma un ottimo allenatore che porta il Milan a vincere il suo decimo campionato e che nel 1983 scatena il tifo giallorosso con la conquista di un scudetto atteso più di quarant’anni. Anche se è fuori dal campo che Liedholm conquista tutti con la sua eleganza e signorilità, tanto da guadagnarsi il soprannome di “Barone”. Per ricordarlo, giovedì 2 febbraio Enrico Ruggeri intervista alle 15.30 su Radio 24 l’ex giocatore e oggi allenatore di calcio Ciccio Graziani.

A chiudere la settimana de Il Falco e il Gabbiano, la storia di colui che è stato uno dei più prolifici e illuminati inventori nella storia dell’umanità. Uno scienziato che ha al suo attivo talmente tante invenzioni e tanti brevetti da poter affermare di essere stato colui che ha traghettato l’umanità nell’era moderna. Ha inventato la corrente alternata, quella che usiamo tutti i giorni in casa nostra. Ha per primo sperimentato la diffusione radiofonica e realizzato la prima centrale idroelettrica del mondo, quella delle Cascate del Niagara. Ha inventato i motori magnetici a sistema rotante dei nostri elettrodomestici, il tubo catodico dei primi televisori, il contachilometri delle automobili, la risonanza magnetica, la scienza della sismologia, il telecomando, la robotica e i radar per il controllo del traffico aereo. Venerdì 3 febbraio Enrico Ruggeri racconta alle 15.30 su Radio 24 la storia del prodigioso genio Nikola Tesla.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.