Il Decreto dignità passa alla Camera: resta il divieto di pubblicità per le scommesse

Con i ritocchi delle ultime ore sono state inasprite le sanzioni per la violazione del divieto di pubblicizzare i giochi. Ora si attende l'approvazione definitiva al Senato per la prossima settimana

337
Luigi Di Maio, vicepresidente del Consiglio dei ministri
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

E’ passato in prima lettura oggi alla Camera il Decreto dignità con 312 sì, 190 no e un solo astenuto. Il provvedimento, voluto dal ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio, prevede il divieto di pubblicità per giochi e scommesse: nelle ultime ore è stato inserito anche un inasprimento della sua violazione. Inoltre è stato inserito anche l’obbligo della scritta «Nuoce gravemente alla salute» per le slot machine e i Gratta & Vinci. Ora si attende l’approvazione definitiva al Senato per la prossima settimana.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.