Calcioscommesse Cremona: deferiti Doni, Santoni, Parlato e l’Atalanta. Prosciolto Colantuono

Le decisioni di Stefano Palazzi presa sugli atti del Gup del tribunale cremasco

35
Stefano Palazzi (Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Procuratore federale Stefano Palazzi ha deferito al Tribunale Federale Nazionale tre giocatori e un club riguardo al filone d’indagine di Cremona del Calcioscommesse. Si tratta di Cristiano Doni (all’epoca dei fatti calciatore per l’Atalanta), Nicola Santoni e Gianfranco Parlato (all’epoca dei fatti tecnici per il Ravenna): tutti e tre rinviati davanti ai giudici sportivi per presunto illecito. Deferita inoltre l’Atalanta a titolo di responsabilità oggettiva. I provvedimenti sono stati presi sugli esiti dell’udienza preliminare tenutasi davanti al Gup del Tribunale di Cremona e sui provvedimenti adottati dall’Autorità Giudiziaria. Invece, la Procura ha archiviato la posizione del tecnico Stefano Colantuono, “non essendo emerse fattispecie di rilievo disciplinare” si legge in una nota Figc.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.