Amburgo, Arp come Pellegri: la Bundesliga nel XXI secolo

L'attaccante tedesco del 2000 debutta nel derby del nord della Germania, ed è subito record. Il suo percorso di crescita è simile a quello del genoano

79
Jann-Fiete Arp, attaccante dell'Amburgo (da bundesliga.de)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Un solo minuto di Nordderby porta la Bundesliga nel ventunesimo secolo. Jan-Fiete Arp è il primo giocatore del 2000 ad aver debuttato nel massimo campionato tedesco. E’ successo ieri pomeriggio al Volksparkstadion di Amburgo, nel pareggio (1-1) dei padroni di casa contro i rivali del Werder Brema: il tecnico Gidsol ha buttato nella mischia il giovane attaccante per un solo giro d’orologio.

Arp, nato il 6 gennaio 2000 a Bad Seveger, nel land dello Schleswig-Holstein, è un Nazionale U17 di recente gratificato dalla federazione tedesca con la medaglia d’oro intitolata a Fritz Walter: è il premio giovanile più prestigioso riservato solo alle categorie Under 19 e Under 17. In passato hanno vinto questa medaglia attuali campioni come Toni Kroos, Mario Götze e Benedikt Höwedes.

Dopo averlo cresciuto in dall’età di undici anni, l’Amburgo si tiene stretto Arp, corteggiato in estate dal Chelsea e non solo. Può essere l’attaccante del futuro, così come lo è Pietro Pellegri per il Genoa. I due sono divisi da un solo anno d’età ma, forse, uniti dallo stesso destino.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.