Abodi a Radio 24: “La Superlega è inevitabile”

"La lungimiranza è necessaria per arrivare pronti a quell'appuntamento" ha spiegato il presidente della Lega B e candidato alla presidenza Figc

45
Andrea Abodi presidente della Lega di serie B (Foto Tullio M. Puglia/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

La Superlega sarà un fatto inevitabile.” Cosi Andrea Abodi, presidente della lega B e candidato alla presidenza della FIGC si esprime sull’ipotesi Superlega e prosegue “Il problema sarà soltanto se l’aspetteremo, cercando di resistere e allontanare quell’appuntamento, che non è programmato ma arriverà, oppure se ci organizzeremo per farci trovare pronti a quell’appuntamento per evitare che dopo la superlega continui tutto il resto. Perché sono due piani inevitabilmente diversi dove si continuerà a giocare a calcio però con uno spirito del tutto differente.” Il presidente della Lega B prosegue poi a Radio 24: “Io credo che la federazione, lungimirante, che ha gli strumenti culturali per affrontare questo tema e declinarlo anche in tutti i livelli della piramide sportiva, deve essere attiva e non soggetto passivo o semplicemente un membro della UEFA con logiche che sono esclusivamente degli assetti attuali svolge quella funzione per rallentare il processo, queste cose succederanno. Potrà succedere tra 20 anni , 10 anni o 15 anni, è la lungimiranza, la prospettiva che bisogna avere quando si è al vertice di un organismo.”

Ho ravvisato in tutto quello che è stato inserito nel programma di Carlo Tavecchio gli appunti che gli lasciai sul tavolo più di una volta, ma questo fa parte del gioco.” Cosi Andrea Abodi, presidente della lega B e candidato alla presidenza della FIGC commenta a Tutti convocati su Radio 24 il programma presentato dal presidente in carica per la sua ricandidatura.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.