Solo il Genoa batte la Milano del calcio

Successo netto degli uomini di Ballardini come il 4-1 rifilato dai Grifoncini di Sabatini ad Arenzano contro la Primavera del Milan

82
La maestosa Nord (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Genova, nostra signora del calcio. Genova, repubblicana di cuore, domina la Milano del calcio. Un sabato favoloso per i colori rossoblù con due scontri diretti con le milanesi vinti senza possibilità d’appello. Il 4-1 che i Grifoncini di mister Sabatini hanno rifilato al Milan ad Arenzano è stato il gustoso antipasto del 2-0 dei più grandi all’Inter. Genova capitale del calcio, almeno per un giorno. E pazienza se qualcun altro non contribuisce a migliorare il bottino della sfida con il capoluogo lombardo. Ciao Milano, è il saluto – farcito di fierezza zeneize e di sano sfottò campanilistico – coniato da Enrique Balbontin da mandare a nastro dopo un sabato così.

Genova balla a ritmo di sette ottavi battuto dal Genoa, una danza mediterranea non troppo allietata dalla fredda tramontana di questi giorni. Il Grifone junior si diverte con Zanimacchia e Salcedo, doppia doppietta che spedisce sulla A7 i casciavid con i musi lunghi. Se non c’è stata partita al ‘Gambino’ è colpa solo della formazione di Sabatini, cosa assolutamente non facile da riprodurre in un campionato di categoria di assoluta qualità: la crisi delle settimane recenti è definitivamente archiviata.

E che dire del Genoa senior, quello delle parate di Perin, delle magie di Pandev e delle cento respinte di testa di Spolli e Zukanovic. Lavorare a Pegli adesso è un’altra cosa, l’entusiasmo dei risultati aiuta a evitare che i piccoli problemi quotidiani crepino irreparabilmente le fondamenta dello spogliatoio: il pestone in allenamento fa meno male, ti viene più voglia di applaudire una giocata sbagliata anziché sbracciare platealmente. Situazioni che aiutano la vita dell’allenatore. Ma Ballardini viaggia con il vento in poppa e in questo momento riuscirebbe a risolvere diplomaticamente qualsiasi regiudicanda di Genova e dintorni. Soprattutto dopo che la città è tornata a essere superba, seppur per un giorno, nel calcio grazie al Genoa.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.