Preziosi: “Stimo Perinetti dai tempi del Como. Che errore la licenza Uefa”

"Oltre a Sri Group ci sono altre alternative, sono convinto che prima o poi qualcosa succederà. Presto non sarò più un problema"

91
Preziosi Genoa Juventus
Enrico Preziosi a Pegli (Foto di Tanopress per Genoa CFC)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Cambiamenti in casa Genoa. Aria fresca. «Il nuovo dg sarà il dottor Giorgio Perinetti, un uomo nel calcio da trent’anni. Lavorava con me al Como, abbiamo una stima reciproca: il contratto sarà triennale. Non potevo portarlo prima perché la cessione societaria confligge con atti di questo tipo, altrimenti il proprietario subentrante lo avrebbe licenziato per mettere una figura di suo affidamento. Credo che lavorerà per noi già da lunedì 9 ottobre» spiega Enrico Preziosi nella seconda parte dell’intervista a Telenord.

«La mia stanchezza è mentale: questa società mi dà grandi soddisfazione ma a volte certe delusioni che non riesco più a sopportare, come le varie ingiustizie del sistema. Non capisco tutto questo accanimento – aggiunge Preziosi – però sono ormai temprato. Mi hanno fatto male gli insulti alla famiglia».

«L’unico errore è stata la vicenda licenza Uefa: da parte mia è stata gestita malissimo, chiedo ancora scusa. La società non è allo sbando e non è vero che c’è disorganizzazione interna. Zarbano è un asset aziendale ormai, lavora tantissimo ed è tifoso rossoblù ma un domani sceglierò persone che non tifino Genoa» spiega il presidente del Genoa.

«Oltre a Sri Group ci sono altre alternative, sono convinto che prima o poi qualcosa succederà. Presto non sarò più un problema» conclude Preziosi.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.