Lega di Serie A dai due pesi e due misure: no gol a Piatek, sì a Duncan e Petagna

Ieri i giocatori di Sassuolo e Spal hanno realizzato un gol con le stesse modalità di Piatek in Genoa-Atalanta: tiro nello specchio della porta deviato in rete da un difensore

1343
Genoa Genoa-Atalanta
La deviazione di Toloi in Genoa-Atalanta, 22 dicembre 2018 (foto tratta dal sito della Lega di Serie A)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

La prova provata, se mai ce ne fosse bisogno, che la Lega di Serie A addotta due pesi e due misure è arrivata al termine della 19ª giornata del girone di andata. Nel corso dell’ultima giornata, infatti, sono stati realizzati due gol “fotocopia” di quello che ha scatenato le ire dei tifosi rossoblù e dello stesso autore della rete: parliamo del caso Piatek-Toloi del 22 dicembre scorso.

Nel corso di Sassuolo-Atalanta di ieri, Duncan tira nello specchio della porta e segna con la sfera intercettata da Palomino. La Lega applica quanto indicato nelle proprie “Linee guida” ed assegna la rete al giocatore neroverde. In serata, la gara è Milan-Spal, altro gol andato in archivio con le stesse modalità: Petagna tira nello specchio della porta e segna con la deviazione di Romagnoli. Per la Lega la paternità è del giocatore ferrarese.

Ecco dimostrati i due pesi e le due misure: la norma contenuta nelle “Linee guida” sui gol dubbi emanate dalla Lega di Serie A non è stata palesemente applicate per Piatek (che in quel momento era a dodici reti): il suo gol, infatti, è stato catalogato come autorete di Toloi; eppure le modalità di realizzazione sono le stesse: tiro nello specchio e deviazione in porta di un difensore. Ecco cosa statuiscono le “Linee guida“: «Non sono considerati autogol i tiri nello specchio della porta che vengono deviati da un difensore. In questi casi si assegna pertanto la marcatura all’autore del tiro in porta». Più chiaro di così!

La stessa Lega, peraltro, aveva applicato correttamente la norma a favore di due giocatori genoani: Pandev e Pellegri. Come ci ha segnalato Stefano Massa del comitato scientifico della “Fondazione Genoa”, al macedone fu riconosciuto il gol segnato con la deviazione di Strakosha (Genoa-Lazio del 15 aprile 2017), così come al giovane attaccante genovese fu riconosciuto il suo primo gol, deviato in porta da Radu, in Genoa-Lazio del 17 settembre 2017.

Utile la disamina di un tifoso che ha firmato la nostra petizione; questo il suo commento: «Se ai gol di Gomez Duncan (il secondo) e Petagna la Lega avesse applicato la stessa chiave di lettura adottata per Piatek, ovvero “… il difensore VEDE la palla colpita dall’attaccante …” allora tutti e tre i gol dovrebbero essere considerati autoreti perché tutti e tre i difensori di Sassuolo, Atalanta e Milan stavano VEDENDO l’attaccante tirare e cercavano di deviarne la traiettoria del tiro. Penso che questa osservazione possa ulteriormente far capire che la Lega ha espresso una posizione indifendibile».

Ricordiamo, anche, che ieri Ronaldo ha raggiunto Piatek in vetta alla classifica marcatori: quattordici gol a testa (dando per scontato che è di Piatek il primo gol in Genoa-Atalanta). Invece Duncan è arrivato a 3 reti, mentre Petagna a 6; forse danno meno fastidio per la classifica marcatori?

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.