Il Genoa: “Ponte Morandi, dopo il tempo delle lacrime, servono i fatti”

Il club scrive sul proprio sito ufficiale: "Oltre al nuovo ponte per il quale dovrebbero partire i lavori, la grande realizzazione di infrastrutture per alleggerire il traffico, stradale e ferroviario, e migliorare così i collegamenti da e per il capoluogo, non è più procrastinabile"

488
Il Ponte Morandi (Foto Genoa cfc)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Attraverso il sito ufficiale, il Genoa esprime il ricordo per le vittime di Ponte Morandi e lancia un auspicio per la sua ricostruzione, assieme alla realizzazione di nuove opere per Genova. Ecco il testo.

“Nessuna voglia di festeggiare. Tanta di ricominciare. Genova saluta uno degli anni più terribili nella sua storia recente, contraddistinto dall’incredibile crollo del Ponte Morandi dove sono rimaste schiacciate 43 vite. Una storia che ha dell’assurdo. Una strada di non ritorno per tante, troppe famiglie. Una tragedia che ha scosso nelle viscere la città e la sua popolazione. Una città che ha subito il peso del contraccolpo, ma che nelle difficoltà ha dato lezioni di dignità e civiltà esemplari. Valori da tramandare ai posteri. Oltre al nuovo ponte per il quale dovrebbero partire i lavori, la grande realizzazione di infrastrutture per alleggerire il traffico, stradale e ferroviario, e migliorare così i collegamenti da e per il capoluogo, non è più procrastinabile. Dopo il tempo delle lacrime, servono i fatti”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.