Goran Pandev non sbaglia mai due volte

I numeri promuovono il macedone nelle seconde stagioni con lo stesso club

43
Il gol di Pandev all'Inter (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Tra i più in forma del gruppo e pronto a riprendersi il Genoa: Goran Pandev sta assorbendo al meglio la nuova gestione Ivan Juric, e dopo un campionato da dimenticare (15 presenze senza reti) vuole tornare ai livelli di cui tutti erano abituati. Tenendo conto dell’esperienza rossoblu e della stagione più che anonima al Galatasaray, il macedone non gioca una stagione intera, come si deve, dal campionato 2013/2014 col Napoli di Rafa Benitez (41 presenze ed 8 gol tra Serie A, Coppa Italia, Champions ed Europa League). Numeri alla mano, Pandev non sbaglia una seconda chance con la stessa squadra: nel 2004/2005, inizio carriera dopo i giovani esordi con Spezia ed Ancona, è alla Lazio con cui raccoglie 30 presenze e 4 gol stagionali. L’anno dopo alza l’asticella: tra campionato e coppe, Pandev segna 12 reti in 41 uscite diventando un punto fisso della Lazio. Nel gennaio 2010 passa all’Inter di Mourinho dove contribuisce al Triplete con 3 gol in 27 presenze. Meglio il secondo anno nerazzurro, con maggior utilizzo (40 partite) e gol (5). Nell’estate 2011 passa al Napoli: segna 7 gol in 42 presenze, l’anno dopo mantiene lo stesso andazzo di positivo rendimento. Quindi il biennio da dimenticare in Turchia e al Genoa, ma adesso ha una seconda chance anche in rossoblu: Juric, e non solo, sperano nella statistica.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.